Luigi Sabbetti

Come creare uno slideshow su Linkedin


di Luigi Sabbetti // Pubblicato il: // Ultimo aggiornamento:

Linkedin è uno dei social network migliori per accrescere le tue competenze digitali (anche attraverso Linkedin Learning), ampliare la tua rete di contatti creando connessioni di valore, cercare un nuovo lavoro o ricercare collaboratori di talento per la tua azienda.

Questa piattaforma ti offre la possibilità di creare una serie di contenuti vincenti come i Linkedin Pulse (veri e propri blog editoriali) oppure le storie (simili a quelle che trovi su Instagram e Facebook). In passato, inoltre, ti ho mostrato come creare un profilo di successo per farti notare.

Forse non lo sai, ma Linkedin ti permette di creare una tipologia di contenuto estremamente interessante e che dovresti utilizzare al meglio per rendere virali i tuoi post. Sto parlando degli slideshow, vale a dire dei caroselli di immagini. Si tratta di un modello simile a quello utilizzato nelle presentazioni in PowerPoint, utilissimo per evidenziare concetti e creare infografiche accattivanti.

Nell’articolo di oggi ti mostrerò come creare uno slideshow su Linkedin in modo semplice e veloce. Ti basterà creare la struttura e Linkedin penserà al resto. Io li trovo davvero utili e possono rendere virale un post offrendo delle informazioni di valore. Mettiti comodo, cominciamo!

Indice dei contenuti

Cosa sono i Carousel di immagini su Linkedin

I carousel di immagini di Linkedin ti permettono di postare contenuti composti da immagini ad alto impatto visivo. Attraverso un’interfaccia semplice, è possibile racchiudere diverse immagini ed infografiche al loro interno, in modo tale da offrire all’utente un’esperienza di navigazione piacevole ed incisiva e di raccogliere una serie di informazioni utili con un unico post.

Sebbene Linkedin abbia introdotto questa funzionalità già dal 2018, durante i primi tempi non trovò un grande successo di pubblico. Ultimamente, invece, sono sempre più persone ad utilizzare questo tipo di post: scopriamo perché.

Sono utili in diverse situazioni e possono avere molteplici applicazioni di utilizzo. Possono tornarti utili ad esempio per:

  • Elencare la lista di caratteristiche di un prodotto
  • Elencare una lista di siti web o tool utili
  • Creare dei Wrapped in stile Spotify o degli insights
  • Mostrare infografiche complesse
  • Creare how-to di impatto

Questi sono solo alcuni dei possibili modi in cui poter utilizzare uno slideshow di immagini all’interno di Linkedin, ma l’unico limite è la tua fantasia.

Esempio Slideshow Linkedin di SEMRush Italia
Esempio Slideshow Linkedin di SEMRush Italia

Nell’immagine precedente, ti mostro un esempio di slideshow di immagini creato da SEMRush Italia nel quale mi sono recentemente imbattuto (qui il link al post originale). Come puoi vedere il titolo è estremamente accattivante poiché ti invita a visionare tutte le immagini presenti all’interno del carosello. Ad ogni slide, infatti, potresti trovare un sito web utile che fa al caso tuo e questo ti spinge senza dubbio a fruire il contenuto in toto.

Essendo le slide diverse ed i contenuti estremamente interessanti, la probabilità che tu finisca con il compiere un’azione al termine della visione dello slideshow o semplicemente salvare il post per non perdere le informazioni contenute al suo interno è elevata.

Capirai tu stesso, quindi, che questo tipo di contenuto può avere un impatto decisivo sulle decisioni dell’utente e, se utilizzato nel modo giusto, può rendere il tuo post virale e portare tangibili benefici per il tuo business, qualunque esso sia.

Come creare un Carousel di immagini su Linkedin

Abbiamo visto assieme cos’è un carousel di immagini, a cosa serve ed in che modo può aiutarci ad ampliare il nostro network, ora non ci resta che provare ad implementarlo. Linkedin ci offre la possibilità di utilizzare diversi formati: io ti consiglio di utilizzare il PDF.

Crea quindi un unico file ed impagina il tutto all’interno di un file in formato PDF. Salva il file sul tuo Pc o, se preferisci, su Dropbox o Google Drive. Ti consiglio di utilizzare questo formato per ottenere la resa migliore. Successivamente vedremo le dimensioni corrette da usare ed in che modo ottimizzare il file per renderlo leggibile.

Ecco quindi i passaggi per creare uno slideshow su Linkedin.

  • Accedi al tuo profilo Linkedin attraverso il sito ufficiale o utilizzando l’app.
  • Fai tap o clicca sull’icona Crea documento
  • Carica il file PDF dal tuo Pc o utilizzando Google Drive o Dropbox
  • Attendi che il caricamento sia terminato per visualizzare l’anteprima
  • Clicca o fai tap sul tasto Fine
Creare un carosello di immagini su Linkedin
Tasto per creare un carosello di immagini su Linkedin

Non dovrai fare altro, il tuo file è stato condiviso con la tua cerchia di collegamenti su Linkedin o con chiunque all’interno della piattaforma in base alle tue impostazioni relative la privacy del profilo. Voglio che tu sappia, infine, che per motivi di accessibilità, gli utenti Linkedin che possono vedere il tuo post potranno scaricare il tuo documento in formato PDF. Stai quindi ben attento a ciò che condividi.

Carousel di immagini su Linkedin: Formati e dimensioni corrette

Passiamo adesso al piano prettamente tecnico. Ti ho detto che il metodo migliore per realizzare il tuo slideshow è quello di utilizzare un file PDF. I file PDF sono estremamente versatili, facili da condividere sul web e ti garantiscono una qualità elevata. Ecco perché utilizzare questa tipologia di file è la scelta migliore. Linkedin, infine, è in grado di elaborare le pagine del PDF creando automaticamente le slide al termine dell’upload.

Per quanto riguarda il formato, dunque, non vi sono molti dubbi: il PDF è il formato migliore per creare un carosello di immagini su Linkedin.

Per le dimensioni invece come occorre procedere? Ebbene, la prima cosa che voglio dirti è questa. Fai attenzione a non confondere i carousel ads (un formato prettamente pubblicitario di Linkedin), con i caroselli di immagine che puoi pubblicare liberamente nel feed. Le due opzioni non sono uguali e, di conseguenza, necessitano di formati totalmente diversi. Non fare quindi confusione!

Per creare un carosello di immagini quadrato, ti consiglio di utilizzare il formato 1080px x 1080px. Se non sai proprio da dove iniziare, allora il consiglio che mi sento di darti è di ricorrere a strumenti di grafica semplici come ad esempio Canva. A questo link trovi diversi template per creare facilmente un carousel.

Infine, alcuni consigli utili sulla quantità di immagini da inserire nel carousel. Ti consiglio di non superare le 20 slide in tutto. Non bruciare tutti gli argomenti in un unico post, ma cerca di essere conciso e dare valore a ciò che pubblichi. Come di consueto la regola d’oro è “pubblicare meno, pubblicare meglio”.

Consigli utili per creare un Carousel di immagini di valore

Ora sappiamo come fare a creare e pubblicare un carosello di immagini attraverso Linkedin. Prima della pubblicazione, però, dovremmo occuparci della creazione vera e propria del PDF che andremo poi a condividere con la community. Sono diversi, infatti, gli errori che si commettono in questa fase. Tanto per citarne alcuni:

  • Poca cura nella copertina del carosello
  • Presenza massiccia di testo all’interno del carousel
  • Immagini poco nitide e/o sgranate
  • Contenuto di scarso valore o irrilevante per i lettori
  • Numero eccessivo di slide
  • Poco contrasto nei colori
  • Assenza di testo descritto nel post
  • Grafica poco curata e uso di font difficili da leggere

Questo per quanto riguarda il punto di vista prettamente tecnico, mentre rimane a te quello contenutistico. Un contenuto che sia di valore, a mio avviso, deve avere diverse caratteristiche. Ecco alcuni consigli che mi sento di darti per creare un carosello di immagini d’impatto che possa davvero diventare virale:

  • Crea una lista di contenuti innovativi
  • Condividi esperimenti e scoperte che ancora non hai visto pubblicate da altri
  • Una lista di tool per aiutare le persone nel migliorare i loro processi produttivi è sempre apprezzata
  • Cita sempre le tue fonti e non appropriarti di contenuti altrui
  • Rendi uniche le tue slide ed inserisci un watermark per evitare che altri possano attribuirsi il tuo lavoro
  • Poni molta attenzione alla prima immagine di copertina
  • Inserisci una call to action all’interno dell’ultima slide

Strumenti per progettare un Carousel di immagini Linkedin

Non ci resta che esaminare alcuni strumenti utili per realizzare i tuoi caroselli. Nei paragrafi precedenti ti ho parlato di Canva che è sicuramente una valida opzione, ma ne esistono diversi. Vado ad elencarti le migliori opzioni che hai a disposizione, partendo proprio da Canva:

  • Canva: Canva è un software di design grafico online che ti consente di creare facilmente immagini e grafiche professionali per il tuo sito web, social media, presentazioni, volantini, biglietti da visita e molto altro. Ha un’interfaccia intuitiva e una vasta gamma di modelli pre-progettati che puoi personalizzare a tuo piacimento. Inoltre, offre una libreria di immagini, icone e font a pagamento e gratuiti per usare nelle tue creazioni. È davvero utile per chiunque voglia creare contenuti accattivanti senza avere esperienza di design.
  • Photoshop: Photoshop è un software di editing immagini professionale sviluppato da Adobe. Ti consente di modificare, migliorare e creare immagini per una vasta gamma di scopi, come il design grafico, la fotografia, la manipolazione di immagini, la creazione di effetti speciali e molto altro. Ha una vasta gamma di strumenti e funzionalità avanzate, come la selezione degli strumenti, i livelli, le maschere, i filtri e gli strumenti di pittura. Inoltre, è possibile lavorare su più livelli, per una maggiore flessibilità e controllo sui tuoi progetti. E’ utilizzato principalmente da professionisti nel campo della fotografia, del design e dell’arte digitale, ma anche da appassionati ed utenti che vogliono modificare immagini in modo professionale e preciso.
  • Illustrator: Illustrator è un software di vettorizzazione sviluppato da Adobe. Ti consente di creare e modificare immagini vettoriali, che sono immagini composte da forme geometriche come linee, curve e forme, invece di pixel. Questo significa che puoi ingrandire o ridurre le tue immagini senza perdere la qualità. È molto utile per creare loghi, icone, illustrazioni, grafiche vettoriali e design tipografico. Offre una vasta gamma di strumenti per creare e modificare forme, come pennelli, pennini, strumenti di testo e di tracciamento. Inoltre, puoi lavorare su più livelli e utilizzare effetti come la trasparenza, gli effetti di riempimento e le sovrapposizioni. E’ utilizzato principalmente da professionisti nel campo della grafica, della pubblicità e dell’illustrazione, ma anche da appassionati ed utenti che vogliono creare grafiche vettoriali in modo professionale e preciso.
  • GIMP: GIMP è un software di editing immagini gratuito e open-source che è simile a Photoshop. Ti consente di modificare, migliorare e creare immagini per una vasta gamma di scopi, come il design grafico, la fotografia, la manipolazione di immagini, la creazione di effetti speciali e molto altro. Ha una vasta gamma di strumenti e funzionalità, come la selezione degli strumenti, i livelli, le maschere, i filtri e gli strumenti di pittura. Inoltre, è possibile lavorare su più livelli, per una maggiore flessibilità e controllo sui tuoi progetti. E’ un’ottima alternativa per chi cerca un software di editing immagini potente ma gratuito e open-source, senza dover acquistare un abbonamento.
  • Sketch: Sketch è un software di design grafico per Mac che ti consente di creare prototipi e design per interfacce utente, come siti web e app mobile. Ha un’interfaccia intuitiva e una vasta gamma di strumenti per creare forme, icone, elementi di interfaccia utente e testo. Inoltre, offre la possibilità di lavorare su più pagine e di creare simboli e librerie di elementi condivisibili, per una maggiore efficienza nel lavoro. E’ molto utilizzato dai designer per la creazione di interfacce utente e per la progettazione di interfacce utente per dispositivi mobili e siti web.

Queste sono solo alcune delle opzioni a tua disposizione. In generale, ti basta utilizzare un software per la creazione di grafica web che ti consente di esportare PDF. Se invece hai a disposizione delle immagini singole e vorresti creare un PDF unico, puoi utilizzare dei tool online come quelli gratuiti di iLovePDF.

Conclusioni

Come abbiamo avuto modo di vedere, i caroselli di immagini rappresentano una vera rivoluzione nella pubblicazione dei tuoi post su Linkedin. Ti permettono di creare contenuti immersivi, molto apprezzati dagli utenti poiché riassumono concetti chiave con estrema rapidità e sono un modo utile per creare valore.

In conclusione, creare uno slideshow di immagini su LinkedIn è un ottimo modo per rendere più accattivante il tuo profilo e per mostrare i tuoi progetti e le tue esperienze in modo visivo. Con i software menzionati in questo articolo, come Canva, Photoshop, Illustrator e GIMP, puoi creare facilmente i tuoi contenuti e pubblicarli. Buona fortuna con la creazione dei tuoi slideshow!

Iscriviti alla newsletter!