Luigi Sabbetti

Il mondo del web a 360 gradi

hosting wordpress quale scegliere

Hosting WordPress: quale scegliere


di // Pubblicato il: 17 Febbraio 2019

Quando creiamo un sito web, una delle prime cose che dobbiamo chiederci è dove questo verrà ospitato. E’ importantissimo, infatti, sapere individuare un server con le caratteristiche giuste. Ecco perché ho deciso di scrivere questo articolo intitolato Hosting WordPress quale scegliere, proprio perché voglio guidarti nella scelta di un hosting performante per il tuo sito web.

Ti parlerò delle mie esperienze, del perché preferisco un provider di servizi internet piuttosto che un altro. Alla fine sarai tu a scegliere, perché molto dipende dalle tue effettive esigenze. Non tutti gli hosting, infatti, sono uguali e devi analizzare a pieno cosa le varie aziende ti offrono. Non basarti solo sul prezzo, potrebbe essere un gravissimo errore di interpretazione al quale sarà difficile porre rimedio nell’immediato.

Se è vero, infatti, che potrai sempre spostare il tuo sito da una parte all’altra attraverso il codice AUTH INFO, è vero anche che molti provider accettano soltanto il pagamento annuale e quindi andresti a perdere un bel pò di soldi cambiando hosting in corso d’opera. Scegli dunque bene il tuo provider di fiducia, già prima di scrivere la prima riga di codice. Ti dirò, dunque, quelli che io considero i migliori hosting WordPress. Si tratta chiaramente di mie considerazioni personali, ma ricorda che sono basate soltanto su esperienze dirette.

Indice

Quale tipo di hosting scegliere

Diciamolo chiaramente: se si è alle prime armi, acquistare tutto il necessario per lo sviluppo di un sito web non è affatto semplice. Ecco perché è sicuramente consigliabile farsi aiutare nella scelta da un professionista del settore . Questo, però, non è sempre possibile.

Vediamo, dunque, assieme quali sono i requisiti minimi per fare in modo di ottenere un’ambiente sul quale poter inserire il nostro sito WordPress. Per prima cosa è indispensabile registrare un dominio.

Probabilmente non hai mai sentito dire questa parola, ma vedrai che in realtà sai già benissimo di cosa si tratta. Il dominio non è altro che l’indirizzo che avrà il tuo sito web: il classico www.nomesito.it per intenderci.

La prima cosa che dovrai fare è controllare che il dominio che hai scelto per il tuo sito sia disponibile. Già, ti sembrerà scontato, ma non è detto assolutamente che tu possa acquistare il dominio che hai in mente. Questo è un mercato ormai quasi saturo e molti domini interessanti sono stati già acquistati da tempo.

Ogni provider di servizi internet, ad ogni modo, ti consente di verificare con facilità se un dominio è ancora disponibile oppure è già stato acquistato. Una volta scelto il dominio, non ti resta che aggiungerlo al tuo carrello. Con il dominio non puoi ancora creare il tuo sito WordPress, avrai bisogno di un hosting associato.

Un hosting, per intenderci, non è altro che uno spazio sui server del provider di riferimento. Ti consente di appoggiare i file necessari a WordPress per funzionare. L’hosting sarà associato al tuo dominio e ti permetterà di caricare i tuoi files.

Ogni provider ha chiaramente le sue offerte, tutte diverse tra loro ma accomunate sostanzialmente dalla possibilità di scegliere le caratteristiche del server sul quale il tuo sito sarà ospitato. Se sei alle prime armi e non hai grosse pretese, dovrai scegliere di hostare il tuo sito su un hosting di tipo condiviso. Cosa vuol dire? che sul server nel quale il tuo sito verrà ospitato, ci saranno anche i siti web di molti altri utenti che si affidano a quel provider.

Questo è lo step migliore per iniziare a lavorare sul tuo sito. Se un giorno, te lo auguro, il tuo sito otterrà molte visite, potrai pensare a delle opzioni dedicate che ti consentiranno di gestire una mole di traffico elevata.

Ricorda, anche, di acquistare un database MySql, che sarà necessario per installare WordPress. UN CMS (Content Management System), infatti, ha sempre bisogno di un database per immagazzinare i dati. Qualsiasi tipo di CMS, non solo WordPress!

Hosting Condiviso o VPS?

Ti spiego brevemente anche la differenza che intercorre tra hosting (che sia dedicato o condiviso) e una VPS. Sentirai spesso, infatti, questi termini ed è giusto che tu ne abbia dimestichezza. Una VPS, a differenza di un hosting, è una sorta di server virtuale. Attraverso controlli remoti sarai tu a gestirla autonomamente. Questo ti impone di gestire in toto la parte sistemistica del tuo sito web.

Si tratta chiaramente di un’opzione non adatta ai principianti e quindi altamente sconsigliabile se sei alle prime armi. Mi capita spesso di avere clienti che, ignari di cosa stessero acquistando, hanno deciso di prendere una VPS senza avere le conoscenze di base per gestirla. Non commettere, dunque, questo errore. Potrebbe essere fatale per il tuo sito web e per il tuo portafogli!

Miglior hosting wordpress

Arriviamo, ora, alla parte più interessante di questo articolo, i provider italiani ed esteri che ho utilizzato e le mie esperienze con essi. Partiamo da Aruba.

aruba - pagina iniziale
Aruba.it

Aruba è, senza ombra di dubbio, il più conosciuto in Italia. Sono stati tra i pionieri in questo settore e, da allora, conservano ancora una grossa fetta di mercato. E’ sicuramente tra i provider più utilizzati in Italia, nonché il più conosciuto, soprattutto tra gli utenti che si affacciano inizialmente a questo settore.

Aruba può essere considerata, per me, croce e delizia. I loro server, infatti, sono decisamente performanti e ti consentono di reggere un traffico notevole a prezzi decisamente competitivi. D’altro canto, devo segnalare la mancanza, da parte di Aruba, di aggiornarsi nel corso degli anni.

I pannelli di amministrazione, infatti, appaiono vetusti. Capita spesso di perdere la login nelle varie fasi di gestione di un progetto e, a questo, va aggiunta la demarcazione delle varie aree: Database, gestione dei files e posta. Per chi, come me, si trova a lavorare tutto il giorno su diversi siti web, queste pecche rappresentano una perdita di tempo, e di conseguenza soldi, non tollerabile.

Inoltre capita spesso di avere problemi con la connessione tramite FTP e, anche questa, rappresenta sicuramente un punto a sfavore nella mia valutazione. L’impressione, da parte mia, è che questa buona azienda italiana abbia investito poco sulla parte hosting, puntando tutto su cloud e parte business. C’è, infatti, da dire che Aruba offre dei servizi cloud e business notevoli.

Un altro provider molto blasonato è senza dubbio SiteGround. Nata nel 2004, SiteGround si è basata da sempre su servizi dedicati per WordPress, cercando di offrire un servizio fatto su misura per la piattaforma. Da qualche tempo offrono anche il servizio in italiano, con tanto di assistenza via chat. Un servizio senza dubbio notevole e che io ho provato in prima persona.

Siteground pagina iniziale
Siteground.com

Persone competenti, pronte a risolvere qualsiasi tipo di problema a qualsiasi ora del giorno e della notte. Anche qui, però, c’è il rovescio della medaglia. Se è vero che offrono un’assistenza degna di nota, è anche vero che i prezzi sono decisamente più elevati rispetto alla media. A questo va aggiunto il traffico, a mio avviso molto limitato.

Il piano di hosting più costoso, infatti, non consente comunque di sostenere più di 100k accessi al mese. 100.000 accessi possono sembrare molti ma bisogna considerare anche l’ottimizzazione effettiva del sito. Un sito non ottimizzato, infatti, consuma molte più risorse e vi farà raggiungere in breve tempo la quota massima di processi e iNode a vostra disposizione, mandando in crash il sito.

Passiamo ora al mio preferito: Netsons. Netsons è un’azienda italiana, di Pescara per la precisione. Da anni offrono servizi di hosting. Nei primi anni 2000 divennero famosi soprattutto per la possibilità di avere un sottodominio totalmente gratuito e, ancora oggi, assieme ad altervista permettono agli utenti di ottenere un’ambiente per effettuare test a costo zero, una sorta di Hosting Gratuito.

Netsons - pagina iniziale
Netsons.com

Ho avuto modo di conoscere personalmente, nel corso della mia carriera, lo staff di Netsons e posso garantire che si tratta di persone altamente competenti nel loro settore. L’assistenza, attraverso ticket, è valida e molto rapida nelle risposte, i prezzi sono competitivi e garantiscono un tempo di UpTime dei server pari al 99,9%.

I pannelli di controllo sono intuitivi e semplici da utilizzare, sui loro server è possibile utilizzare l’ultima versione di PHP, cosa che non tutti i provider offrono.

Attraverso cPanel, poi, è possibile creare con semplicità, ed in autonomia, database, utenti, indirizzi di posta, scegliere la versione di PHP in uso e molto altro ancora.

Inoltre, sui loro server, è possibile attivare gratuitamente Let’s Encrypt, che vi permetterà di migrare il vostro sito sotto protocollo sicuro HTTPS. Questa, infatti, è un’operazione importantissima da fare, altrimenti i browser moderni come Google Chrome segnaleranno il vostro sito come non sicuro.

Netsons, inoltre, è tra i pochi che ti permette di effettuare pagamenti mensili, in modo tale da avere la possibilità di acquistare un hosting performante a prezzi decisamente sostenibili, poiché rateizzati. In questo modo potrai anche scegliere di cambiare provider senza perdere parte dei tuoi soldi.

Insomma, io ho trovato in Netsons un partner affidabile per gestire i miei siti web e, ad oggi, lo consiglio caldamente a chi si rivolge a me per avere un aiuto in quest’ottica.

Ti lascio il link per acquistare il tuo hosting su Netsons.

Conclusioni

I provider di servizi internet sono moltissimi, non è facile fare la scelta giusta. Quelli che ho nominato sono solo alcuni, ma si tratta di mie esperienze personali che sentivo di voler condividere con voi. Se conosci altri provider che consentono di avere un hosting WordPress migliore, lasciami pure un commento e sarò sicuramente lieto di risponderti e dirti la mia a riguardo.

About Author

Mi chiamo Luigi Sabbetti e da circa dieci anni svolgo la professione di Web Designer. Profondamente amante della scrittura, mi piace condividere conoscenze informatiche attraverso il mio sito web. Amo correre e guardare il mare.