Luigi Sabbetti

Il mondo del web a 360 gradi

Wordpress come riconoscere agenzia seria

WordPress: come riconoscere un’agenzia seria


di // Pubblicato il: 4 Dicembre 2019

Molto spesso, mi capita di imbattermi in persone sfortunate, incappate in sedicenti professionisti del settore. Ecco perché ho deciso di scrivere questo piccolo vademecum che ti permetterà di riconoscere un’agenzia seria che ti aiuti nello sviluppo del tuo sito web WordPress.

Non è facile, infatti, mettersi nelle mani di uno, o più professionisti, per la realizzazione di un sito. C’è chi si fida di ciò che vede nella sezione ‘portfolio’, chi ci va con i piedi di piombo e chiede maggiori garanzie e chi, infine, si fida ciecamente di chi si propone di realizzare il lavoro al prezzo più basso.

Prima di scegliere un’agenzia per la creazione di un sito, ti consiglio di dare un occhio a questo mio vademecum. Leggerlo ti porterà via solamente qualche minuto dma, posso assicurartelo, ti farà risparmiare tempo e denaro.

Indice dei contenuti

Come riconoscere un professionista

Per chi lavora nel settore, riconoscere un professionista è abbastanza semplice. Basta, a volte, anche una semplice chiacchierata informale per capire le conoscenze della persona che abbiamo di fronte.

Accade spesso, tuttavia, che il venditore non coincida con il tecnico che si occuperà effettivamente del sito e questo rende le cose decisamente più difficili.

Se è vero, infatti, che WordPress ha dato la possibilità a molti di avere un sito web con poco sforzo, ha anche sdoganato tanti professionisti improvvisati, i classici installatori di temi e plugin. I cugini, come amo chiamarli io.

Queste persone, ahi noi, rovinano il settore. Un cliente che passa per le loro mani si troverà con un tema installato del valore di pochi dollari, un sito poco performante e ben pochi risultati. Questo non farà altro che portare il cliente a pensare che avere un sito sia inutile. Giustamente, aggiungerei.

La verità, invece, è che un sito con i giusti crismi può portarti degli ottimi risultati, a prescindere dal settore in cui operi, basta solo affidarsi alle persone giuste.

Meglio una web agency o un freelance?

Per prima cosa è bene capire se hai realmente bisogno di una web agency, o puoi semplicemente accontentarti di un freelance. Un freelance non è altro che un professionista con partita IVA che svolge il lavoro da solo o avvalendosi di una cerchia ristretta di fidati collaboratori.

Nel caso di un sito web poco complesso, un istituzionale con poche sezioni, oppure un e-commerce di facile realizzazione, ti consiglierei di rivolgerti ad una singola persona piuttosto che scomodare un’intera web agency.

Il più delle volte, il prezzo proposto da un’agenzia è nettamente superiore rispetto a quello di un freelance e non è assolutamente detto che nel primo caso il lavoro svolto sia migliore.

Un freelance che si rispetti, infatti, ci mette la faccia sui propri lavori ed è orgoglioso di mostrarli all’interno del suo portfolio, sono per lui motivo di vanto e rappresentano il suo biglietto da visita migliore. Ecco perché è motivato nel cercare di curare il tuo sito e portarlo al successo. Il suo successo, d’altronde, è strettamente legato al tuo.

Anche il fatto di avere un canale diretto con il professionista e un rapporto di fiducia è importante. Con questo non voglio assolutamente dire che la scelta giusta sia sempre quella di affidarsi ad un singolo, piuttosto che ad uno studio.

Dipende chiaramente dei casi. In linea di massima ti suggerirei di chiedere aiuto ad un’agenzia solo nel caso in cui hai bisogno di diversi servizi. All’interno di una web agency puoi trovare figure con diverse skills che possono lavorare in sincronia per dare forma al tuo progetto. La scelta non è quindi basata solo sul budget, ma anche sulla tipologia di progetto che intendi portare avanti.

Analizzare il portfolio

La cosa migliore che tu possa fare, è quella di setacciare la sezione portfolio del professionista o dell’agenzia alla quale hai intenzione di rivolgerti. Nel setacciare, però, non intendo semplicemente dare un’occhiata ai lavori in modo superficiale.

Un sito, infatti, può essere visivamente accattivante, ma presentare dei problemi ben più gravi, difficili da cogliere a primo sguardo. Per prima cosa, dunque, prendi un sito qualsiasi dal portfolio della papabile agenzia e svolgi questi piccoli controlli.

Pagespeed Insights

Una web agency che si rispetti, fa certamente in modo che i siti dei suoi clienti siano veloci ed ottimizzati. Google mette a disposizione un semplice tool per misurare la velocità di un sito. Sto parlando di Google Pagespeed insights.

Verifica i tempi di caricamento del sito prescelto e potrai iniziare subito a farti un’idea sul modo di lavorare dell’agenzia, sulla cura per la versione mobile e molto altro ancora.

Gli aspetti SEO

Chi non vorrebbe farsi trovare dai motori di ricerca. Monitora la situazione SEO dei siti web realizzati dall’agenzia in questione. Per farlo puoi avvalerti di tool gratuiti, come ad esempio seozoom. In questo modo potrai capire subito se l’agenzia ha lavorato bene in quest’ottica.

Il template utilizzato

Come ti dicevo, molte agenzie sono solite acquistare template per pochi dollari, per poi customizzarli leggermente. Non c’è niente di male, sia chiaro. Utilizzare un template è lecito e anche io lo faccio spesso. Tuttavia è bene capire quanto sia stato personalizzato il template di base.

Per fortuna esistono diversi siti che ci permettono di capire quale template è stato utilizzato per creare un sito WordPress. Uno dei più famosi è senza dubbio What WP theme is What. Ti basta inserire il link del sito e in pochissimo tempo potrai risalire al tema originale. Adesso che hai il nome, ti basta andare su google e digitare la chiave ‘Nometema + template’. Il primo sito che Google troverà, molto probabilmente, conterrà anche la Demo del tema utilizzato.

In questo modo potrai capire quanto sia stata impegnativa per l’agenzia la fase di customizzazione dei siti web presenti in portfolio.

Chiedi ad un professionista

Se ne hai la possibilità, chiedi un consulto ad un esperto del settore. Ti saprà sicuramente dare qualche consiglio in più e, assieme, potrete capire se l’agenzia in questione fa al caso tuo oppure no, se rivolgerti ad un freelance o se provare a realizzare tu stesso un semplice sito con composer tipo Wix o similari.

Conclusioni

Il web è un campo molto vasto, nel corso degli anni si sono venute a creare diverse figure professionali. Indubbiamente è difficile riconoscere un’agenzia o semplicemente un freelance che svolge il proprio lavoro con passione, professionalità e criterio.

Se stai valutando di realizzare un sito e hai bisogno di un aiuto, contattami pure su Linkedin e sarò lieto di darti qualche consiglio, indicarti qualcuno che possa aiutarti a dare vita al tuo progetto ad un prezzo onesto o semplicemente fornirti il mio parere sui professionisti che hai scelto.

Mi chiamo Luigi Sabbetti e da circa dieci anni svolgo la professione di Web Designer. Mi piace scrivere e condividere conoscenze informatiche attraverso il mio sito web. Vuoi chiedermi qualcosa? Contattami su Linkedin