Luigi Sabbetti

Come pagare con PostePay


di // Pubblicato il: // Ultimo aggiornamento:

La carta PostePay è sempre stata famosa per la sua praticità e sicurezza. Si tratta di una carta ricaricabile fornita da Poste Italiane e dedicata ai giovani e giovanissimi perché adatta agli acquisti e alle ricariche veloci.

Un’alternativa valida alle tradizionali carte di credito che consente di effettuare pagamenti in negozi e prelievi dagli ATM di Poste ma anche ricariche telefoniche e pagamento di bollettini.

In questo articolo andremo a vedere nel dettaglio tutto quello che serve per pagare in negozio con PostePay, pagare online e quali sono i circuiti di pagamento a cui fa riferimento la PostePay.

Indice dei contenuti

I dati necessari per il pagamento

La PostePay si presenta come una carta di pagamento tradizionale, quindi ha un codice di 16 cifre impresso sul fronte della carta che corrisponde al numero della stessa. Questo numero è l’identificativo suddiviso a gruppi di quattro cifre per facilitarne la lettura in caso di necessità.

Poco più sotto c’è scritto il nome e cognome dell’intestatario, che servirà quando si vuole ricaricare la carta o fare pagamenti. Vicino si trova anche il codice si trova la data di scadenza della PostePay. Questa data va spesso inserita quando si compila il modulo per i pagamenti online.

Tra i dati indispensabili della carta PostePay e di qualsiasi prepagata vi è il codice CVV2 o CVC2 che si trova però sul retro della carta: è composto da 3 cifre e viene utilizzato come sistema di sicurezza ulteriore per i pagamenti online.

Ogni carta ha la durata di 5 anni dalla data di emissione e le cifre indicano solitamente il mese e l’anno in cui si dovrà rinnovare la PostePay. Se la Postepay è vicino alla scadenza o già scaduta dovrà essere rinnovata: in tal caso la soluzione migliore è contattare il servizio clienti Postepay ed in questo articolo si trovano tutti i contatti messi a disposizione di Poste Italiane.

Infine, è necessario non dimenticare mai la propria password posteID, che è necessaria per tutti i pagamenti online.

Nota: In alcuni casi, ad esempio per delle ricariche, è necessario fornire il nome e cognome dell’intestatario o il suo codice fiscale.

Pagare online con PostePay

Pagare online con la PostePay è quanto di più sicuro possa esserci. Con la PostePay è possibile pagare in qualsiasi store digitale semplicemente scegliendo tra i metodi di pagamento la carta Visa o MasterCard e inserendo i dati della carta ricaricabile PostePay richiesti. Solitamente i dati richiesti per un pagamento online con Postepay sono:

  • nome e il cognome dell’intestatario
  • il codice di 16 cifre
  • la data di scadenza
  • il CVV2

Un sistema di sicurezza ulteriore per i pagamenti online richiede oltre all’inserimento dei dati della carta, l’accettazione e conferma della transazione tramite posteID sull’App Poste presente sul tuo telefono. In alternativa, è possibile autorizzare il pagamento tramite OTP ossia one time password che arriverà vis SMS sul cellulare.

Inoltre, è possibile associare la carta PostePay all’account Paypal. , il che significa che in tal caso sarà possibile eseguire pagamenti online pagamento con circuito di pagamento PayPal, ma i soldi saranno prelevati dalla carta ricaricabile di Poste Italiane.

Pagare in negozio fisico con PostePay

In qualsiasi negozio e per qualsiasi spesa si voglia effettuare, è possibile pagare con carta ricaricabile PostePay. Tutti i pagamenti POS sono gratuiti e per pagare basterà inserire la carta nel dispositivo e digitare il PIN premendo successivamente sul pulsante conferma in verde. In caso di pagamento a credito, oltre a strisciare la carta nel dispositivo è necessario apporre la firma.

Se l’importo risulta essere inferiore ai 25 euro è possibile pagare contactless, ossia semplicemente avvicinando la carta al dispositivo senza inserire PIN, in questo modo l’operazione sarà molto più veloce.

In alternativa, e nei negozi che lo consentono, è possibile pagare con App PostePay, se abilitata ai pagamenti e digitando il posteID associato. Dall’App è possibile tenere sotto controllo le spese e il saldo e associare la carta a Google Pay e Apple Pay anche il trasporto pubblico e funziona allo stesso modo della carta PostePay standard.

I circuiti di pagamento

È possibile pagare con la carta PostePay standard e versione green in tutti gli esercizi dotati di POS aderenti ai circuiti VISA. Basta infatti riconoscere tra i metodi di pagamento accettati il logo VISA Electron che identifica tutte le carte che sono collegate in maniera diretta a un conto sul quale avviene l’addebito diretto.

La PostePay Evolution è invece collegata al circuito MasterCard. Questo altro colosso delle carte di credito permette di utilizzare la carta in tutto il mondo. Con questo tipo di carta Postepay Evolution è possibile associare un IBAN e quindi ricevere ed effettuare bonifici, o anche associare il proprio stipendio.

Il pagamento con IBAN

Il pagamento tramite IBAN è possibile solo con carta Postepay Evolution. Pur non essendo un conto corrente, essendo associato un vero e proprio IBAN è possibile pagare e ricevere bonifici, pagare bollettini, accreditare stipendio o pensione.

Avere di una carta Evolution permette quindi di poter disporre di bonifici verso terzi: in tal caso la commissione da pagare è di 1 euro da app PostePay o tramite il sito ufficiale, oppure 3,50 euro se il bonifico viene eseguito in un ufficio postale.

Iscriviti alla newsletter!