Luigi Sabbetti

Posizionare il tuo blog nei primi posti delle ricerche


di Luigi Sabbetti // Pubblicato il: // Ultimo aggiornamento:

Indice dei contenuti

Primi su Google: come fare

Siete pronti a far decollare il vostro blog? Sia che siate scrittori esperti o che abbiate appena iniziato, avere un modo per condividere i vostri contenuti con le persone è fondamentale.

Pubblicare i vostri post sui social media non è sufficiente; dovete assicurarvi che siano visibili quando le persone cercano argomenti relativi alla vostra nicchia.

In questa guida vi insegneremo a fare proprio questo!

Una buona user experience (UX) e architettura del sito.

Una buona esperienza utente (UX) può essere definita come l’esperienza che l’utente ha quando interagisce con il vostro blog.

È una combinazione di velocità, facilità d’uso e affidabilità del sito. Se un utente ha la sensazione di ottenere ciò che desidera dal vostro blog in modo rapido, semplice e senza frustrazioni, allora avete una buona UX.

Inoltre, se gli utenti trovano facile accedere a tutte le parti del vostro sito web, che si tratti di trovare post con tag o ordinati per categoria o anche solo di scorrere rapidamente le pagine, tutto questo si aggiunge a un’esperienza UX complessivamente positiva per i visitatori che si imbattono nel vostro blog nei risultati di ricerca.

Velocità del sito e scelta di un buon Web server

La scelta di un buon server web è essenziale per le prestazioni del vostro sito. È importante scegliere un buon hosting e assicurarsi che utilizzi la migliore tecnologia disponibile per garantire prestazioni ottimali.

Ad esempio, ci sono due elementi tecnici che determinano le prestazioni del vostro sito web: La velocità del sito e la scelta di un buon server Web.

La scelta dell’hosting è fondamentale se si vuole battere la concorrenza nelle SERP di Google.

Responsive web design

Il responsive web design è l’approccio alla creazione di un sito Web che si adatta alle dimensioni e alle capacità del dispositivo su cui viene visualizzato: monitor di computer desktop, tablet o smartphone.

Utilizza le media queries CSS3 per modificare gli elementi di un progetto in base alle diverse dimensioni dello schermo.

Un browser web (ad esempio Chrome o Safari) rende le pagine in modo diverso a seconda delle impostazioni di larghezza, altezza e risoluzione disponibili per il testo e le immagini; ad esempio, potrebbe visualizzare colonne più strette se si sta navigando su uno smartphone rispetto a chi sta utilizzando un monitor di un computer desktop con caratteri ingranditi abilitati per impostazione predefinita.

Il web design reattivo utilizza le media queries CSS3 per identificare questi tipi di browser e regolare gli elementi di conseguenza, in modo che vengano visualizzati correttamente indipendentemente dal tipo di dispositivo con cui vengono visualizzati, che si tratti di un iPhone 13 o di un Apple Watch Series 7!

File robots e sitemaps

  • txt
  • Mappa del sito
  • Generatore di Sitemap

Per iniziare a creare la vostra sitemap, potete utilizzare un generatore. Siti come Yoast hanno la loro versione di questo strumento, più facile da usare e che consente di apportare modifiche rapide.

In questo modo si garantisce che tutte le parti importanti del blog siano incluse nell’indice della sitemap, soprattutto se si hanno più pagine sullo stesso sito web o addirittura sottodomini che non compaiono facilmente nei risultati di ricerca di Google quando si utilizzano strumenti di invio automatico come quelli di Google o di Bing.

Scrivere per il lettore e non per i motori di ricerca

Scrivere per i motori di ricerca e per i lettori è un argomento che è stato discusso molte volte, ma cerchiamo di capire meglio:

  • Scrivere per i motori di ricerca e non per i lettori non è mai una buona idea, perché si scrivono contenuti che nessuno vuole leggere.
  • Anche scrivere per i lettori e non per i motori di ricerca non funziona, perché puoi scrivere da “scrittore” ma se non utilizzi termini di ricerca utilizzati dalla maggior parte dei lettori che eseguono ricerche sui motori, nessuno ti troverà mai. Se non riescono a trovare le informazioni che cercano facilmente, cliccheranno su un altro sito o faranno un’altra ricerca – e forse non torneranno mai più!

Credo che sia necessario scrivere tenendo conto di entrambe le cose: prima di scrivere l’articolo, pensate a ciò che le persone vorrebbero sapere su questo argomento, poi pensate a come Google potrebbe classificare queste parole chiave nel suo sistema di ranking.

Come posizionarsi grazie alla SEO

La SEO è una strategia a lungo termine.

Ciò significa che non potete aspettarvi di vedere risultati da un giorno all’altro. Significa anche che se volete posizionarvi nella prima pagina per una particolare parola chiave o frase, ci vorranno mesi (o anni) di lavoro da parte vostra – e un bel po’ di soldi dal vostro portafoglio – per ottenere quegli agognati risultati.

Ma non lasciatevi scoraggiare!

Se siete disposti a dedicare tempo e impegno, la SEO vi ripagherà con un aumento del traffico, dei contatti e delle vendite nel tempo.

Farsi aiutare da un software per la SEO

Se lavorate con un budget limitato, ma volete fare da soli la maggior parte del lavoro possibile, il software SEO come Seozoom può aiutarvi.

  • Ricerca delle parole chiave: Il software SEOOOM vi aiuta a scoprire quali sono le parole chiave più popolari per un determinato argomento o settore.
  • Struttura del sito: SEOOOM può creare una struttura del sito facile da seguire con il minimo sforzo da parte vostra.
  • Creazione di contenuti: Il software suggerisce idee di contenuto basate sulle parole chiave scelte e sulla loro popolarità nei risultati di ricerca.
  • SEOOOM ha decine di strumenti al suo interno che vi renderanno il lavoro molto meno pesante, ma con ottimi risultati.

Conclusione

La SEO può essere un processo che richiede molto tempo e una forma d’arte da padroneggiare. Ma con gli strumenti giusti, potete rendere il tutto più facile per voi e per i vostri lettori.

Provate questi suggerimenti e vedete come funzionano per il vostro blog.

Iscriviti alla newsletter!