Luigi Sabbetti

Le migliori 5 alternative a WeTransfer [Aggiornato 2022]


di Luigi Sabbetti // Pubblicato il: // Ultimo aggiornamento:

Fin dagli albori del web, la possibilità di scambiare files ed informazioni tra gli utenti di internet è stata al centro di importanti dibattiti. Mail, Floppy Disc, CD e DVD ed infine penne Usb per anni ci hanno permesso di condividere files tra diversi Pc. Con l’avvento di internet prima, e del cloud poi, tutto è divenuto più semplice e, al giorno d’oggi, possiamo inviare files di grosse dimensioni anche ad utenti che si trovano dall’altra parte del mondo.

Per farlo possiamo avvalerci di diversi metodi ed, uno dei servizi largamente diffusi per farlo è senza dubbio WeTransfer. Può capitare, però che, per un motivo o per un altro, ci troviamo costretti a cercare una nuova soluzione per scambiare un file. Magari WeTransfer è offline e non possiamo aspettare che torni nuovamente online, oppure vogliamo solo sperimentare un metodo alternativo per inviare files di grosse dimensioni.

Nell’articolo di oggi cercherò di passare in rassegna le migliori alternative a WeTransfer. Software facili da utilizzare e gratuiti che ti permetteranno di sostituire facilmente la nota piattaforma di file sharing. Prima di sostituirlo, ad ogni modo, ti consiglio di dare un occhio alla versione Pro. Se questo non dovesse bastarti, non preoccuparti. Sono pronto a fornirti il nome di alcuni validi competitor.

Indice dei contenuti

Google Drive

Google Drive
Google Drive

Uno dei servizi migliori per trasferire files di grosse dimensioni è di proprietà di Google e porta il nome di Google Drive.

Le ragioni del successo di Google Drive sono molteplici, la prima di esse è quella di poter contare sull’affidabilità di un’azienda come Google, seguono un’interfaccia intuitiva e pulita, la possibilità di sincronizzare tutto all’interno dell’ecosistema Google grazie all’utilizzo di un semplice Google Account. Inoltre, Google Drive si differenzia da WeTransfer sotto diversi aspetti. Innanzitutto si tratta di un vero e proprio servizio di cloud storage.

I tuoi files, dunque, una volta inseriti su Google Drive saranno disponibili online per un tempo illimitato diversamente da quanto accade su WeTransfer dove i files sono disponibili esclusivamente per la persona alla quale diamo accesso e, soprattutto, per un tempo limitato della misura di pochi giorni. Google Drive, similarmente a WeTransfer, è gratuito per piccoli utilizzi. Mentre con WeTransfer possiamo trasferire fino a 2 giga di files, con Drive avremo a disposizione un giga nella versione gratuita.

File Dropper

File Dropper

Un altro servizio, a mio avviso molto valido e che ti consiglio di utilizzare per trasferire files con amici, colleghi e parenti, è senza dubbio File Dropper. File Dropper è davvero molto simile a WeTransfer. Se quindi sei affezionato a WeTransfer potrai benissimo utilizzare questa valida alternativa.

Il funzionamento, come ti dicevo, è pressoché analogo. Non avrai bisogno di creare un’utenza e, a differenza di WeTransfer, potrai caricare file fino alla grandezza di 500Mb totali. Ti basterà accedere direttamente alla homepage del sito ufficiale di FileDropper e, senza bisogno di creare un account, potrai trascinare i files dal tuo Pc all’interno del browser.

A questo punto, clicca su pulsante Upload e, in base alle impostazioni che hai scelto, otterrai un link da copiare ed inviare direttamente a chi vuoi, oppure potrai inserire l’indirizzo email del mittente che riceverà una mail contenente un link per scaricare i tuoi files.

Send Anywhere

Un altro servizio estremamente valido, porta il nome di Send AnyWhere che, come suggerisce il nome, ti permette di inviare files di grandi dimensioni ovunque.

Come File Dropper e WeTransfer, Send Anywhere permette di condividere dei files senza bisogno di registrarsi. Il servizio è totalmente gratuito. Ti basta caricare il file e condividerlo con i tuoi colleghi e amici. La dimensione massima consentita da Send Anywhere è di 4 Giga totali. La modalità di scambio diretta è molto interessante poiché ci fornisce un codice a 6 cifre da comunicare a chi intende scaricare i nostri files, in questo modo garantisce maggiore sicurezza ed affidabilità.

Anche SendAnywhere, al pari di WeTransfer, offre un servizio Pro, denominato SendAnywhere Plus che permette di sbloccare funzionalità aggiuntive, usufruire di uno spazio di archiviazione fino a 1TB di memoria ed aumentare drasticamente il tempo di persistenza dei nostri files sui server.

DropBox

DropBox

Uno dei metodi più utilizzati per scambiarsi files di grandi dimensioni è senza dubbio il rinomato DropBox. DropBox, così come Google Drive, è un sistema in cloud storage, ti permette dunque di archiviare i tuoi files in uno spazio virtuale in cloud condivisibile con amici e colleghi. DropBox offre una pratica applicazione per PC, disponibile sia su Mac che Windows, e permette di condividere gratuitamente fino a 2 Giga di Files.

Potrai organizzarli in cartelle e gestirne gli accessi con molta semplicità. Un servizio con peculiarità decisamente diverse da quelle di WeTransfer, ma di sicuro interesse.

Altri metodi di condivisione

Esistono altri metodi per condividere files di grandi dimensioni con amici e parenti. Io, ad esempio, utilizzo molto spesso un hosting web. Se hai uno spazio web a disposizione, infatti, potresti caricare un file con estensione .rar sul tuo spazio web e poi condividere il link diretto. Ti basta caricare i files, compressi, attraverso un semplice client FTP come ad esempio FileZilla.

Se il tuo file non supera i 25 Mega, invece, potresti utilizzare direttamente la mail. Ci sono alcuni servizi mail, inoltre, come la mail di Libero che ti permettono di avere servizi dedicati a questo tipo di esigenza (JumboMail nel caso di Libero). Infine, potresti utilizzare un programma di messaggistica istantanea come Skype, Slack, Teams oppure Whatsapp Web.

Perché cercare delle alternative a WeTransfer

WeTransfer, come detto in precedenza, è un servizio gratuito, cloud based e semplice da utilizzare. Basta recarsi sul sito ufficiale e trascinare i files che abbiamo deciso di condividere. Inseriremo poi l’email del destinatario e non dovremo fare altro che attendere il processo di caricamento, al termine del quale l’utente verrà informato tramite mail.

In alternativa, qualora non disponessimo di un indirizzo email al quale inviare i files, possiamo richiedere a WeTransfer un link da copiare ed incollare. L’utente che riceverà il link non dovrà fare altro che cliccarci sopra per usufruire di tutte le informazioni di cui necessita al fine di scaricare i files.

Come ogni servizio free, esistono tuttavia delle limitazioni che, soprattutto in ambito professionale, possono costringerci ad optare per altri software similari. Ti ricordo infatti che nella versione free di WeTransfer il limite di files da poter inviare è pari a 2 giga e che il nostro utente dovrà necessariamente scaricare i files inviati entro 7 giorni, pena la perdita del link di download.

Altre ragioni che possono portarci a scegliere un’alternativa, anche momentanea, potrebbero essere legate ad un problema con il sito di WeTransfer. Come tutti i servizi online, possono esserci dei problemi tecnici e quindi può capitare di non poter usufruire del servizio. Prima di procedere con le alternative, ad ogni modo, ti consiglio di provare a risolvere i problemi che riscontri su WeTransfer anche utilizzando un piccolo vademecum che ho stilato, dove trovi alcune consigli utili per risolvere i problemi più comuni.

Iscriviti alla newsletter!