Luigi Sabbetti

Il mondo del web a 360 gradi

come aggiornare plugin wordpress

Come aggiornare un plugin WordPress


di // Pubblicato il: 3 Aprile 2020

Tra le operazioni di manutenzione da effettuare sul tuo sito web, eseguire aggiornamenti rientra sicuramente tra le più importanti. Aggiornare un plugin in WordPress è un’operazione piuttosto semplice da effettuare, tuttavia può nascondere delle insidie da non sottovalutare.

Come abbiamo già visto in diverse guide, infatti, un sito ben manutenuto ti permette di migliorare sicurezza e performance della piattaforma.

In questo articolo vedremo qual è la procedura corretta da eseguire, ogni quanto bisogna procedere e, infine, scopriremo come, e in quali casi, è necessario farlo manualmente.

Indice dei contenuti

Operazioni preliminari

Prima di effettuare qualsiasi tipo di aggiornamento della piattaforma, è bene seguire alla lettera alcuni accorgimenti, che ti aiuteranno a non incorrere in spiacevoli problemi.

Un errore che molto spesso gli utenti compiono è quello di credere che questa sia un’operazione da eseguire a cuor leggero e che non comporti alcun rischio. Vi assicuro che non è affatto così!

Potrebbero verificarsi delle incompatibilità tra plugin. Può capitare, inoltre, che l’aggiornamento di un plugin comporti la presenza di codice di una versione PHP più recente rispetto a quella in uso sul tuo server.

Queste sono solo alcune delle problematiche nelle quali potresti imbatterti. Se non hai la possibilità di rivolgerti ad un esperto (cosa che ti consiglio sempre di fare), dovresti assicurarti di avere a disposizione almeno una copia di backup di files e database, da ripristinare all’occorrenza.

Molti hosting provider forniscono sistemi di backup automatici. Nel dubbio, puoi comunque dare vita ad una copia di sicurezza attraverso un plugin, come ad esempio UpdraftPlus

Prima di aggiornare uno specifico plugin, inoltre, ti consiglio di dare un’occhiata ai changelog. Il changelog non è altro che un file di testo, nel quale gli sviluppatori del plugin mettono nero su bianco le modifiche effettuate. In questo modo saprai se la nuova versione racchiude al suo interno delle modifiche possibilmente impattanti o si tratta di fix minori. Vedremo a breve dove puoi consultarli.

Aggiornare un singolo plugin

Per prima cosa, dobbiamo verificare la disponibilità di nuovi aggiornamenti. Per farlo ci basta accedere al backend del nostro sito. Una volta entrati, troveremo un piccolo badge rosso in corrispondenza della scritta Aggiornamenti, situata all’interno del menù Bacheca.

Come vedete nello screenshot, il mio sito necessita dell’aggiornamento di 6 plugin e dell’update della versione di WordPress.

verificare aggiornamenti

A questo punto, dopo aver fatto il backup, procediamo con l’aggiornamento. In questo capitolo vi mostrerò come effettuare un update singolo, nel prossimo, invece, vedremo come effettuarne molteplici con un’unica operazione.

Come ti dicevo nel capitolo precedente, prima di procedere dovresti visualizzare i Changelog. Per farlo ti basta cliccare sulla scritta Visualizza i dettagli della versione x.x.x che trovi in corrispondenza del nome del plugin da aggiornare.

changelog plugin

  • Raggiungiamo la schermata di aggiornamento cliccando su Bacheca->Aggiornamenti.
  • In alternativa, possiamo cliccare sul menù Plugin->Plugin Installati
  • Una volta raggiunta la lista dei plugin, poniamo un check in corrispondenza del plugin che necessita di aggiornamenti
  • Dal menù tendina in alto Azioni di gruppo, selezioniamo Aggiorna
  • Clicchiamo sul tasto Applica
  • Attendiamo il termine della procedura

Aggiornamento multiplo di plugin

Vediamo adesso come eseguire un aggiornamento multiplo di Plugin. Capita spesso, infatti, soprattutto se non utilizziamo di frequente un sito, di trovarci nella situazione di eseguire più aggiornamenti assieme.

In questo caso, a maggior ragione, è bene eseguire un backup prima di procedere. Una volta effettuato il backup, andremo ad eseguire le operazioni di aggiornamento:

  • Raggiungiamo la schermata di aggiornamento cliccando su Bacheca->Aggiornamenti.
  • In alternativa, possiamo cliccare sul menù Plugin->Plugin Installati
  • Una volta raggiunta la lista dei plugin, poniamo un check in corrispondenza di tutti i plugin che necessitano di aggiornamenti
  • Dal menù tendina in alto Azioni di gruppo, selezioniamo Aggiorna
  • Clicchiamo sul tasto Applica
  • Attendiamo il termine della procedura
  • Non aggiorniamo o abbandoniamo la pagina, fino a quando la procedura non sarà terminata.

Aggiornare manualmente un plugin

Solitamente la procedura di aggiornamento va a buon fine senza causare danni e/o problemi, tuttavia potresti imbatterti in alcune problematiche che non ti permettano di aggiornare un plugin. In questo caso non puoi fare altro che procedere ad un aggiornamento manuale dello stesso.

Per prima cosa, dunque, dovrai scaricare il pacchetto in formato zip che trovi sul sito web di WordPress, all’interno della sezione plugin. Una volta scaricato il plugin, non ti resta che accedere al tuo sito tramite FTP.

Ecco la procedura che dovrai eseguire per aggiornare manualmente un plugin:

  • Raggiungi la directory wp-content/plugins
  • Effettua un backup della cartella del plugin che vuoi aggiornare
  • Se preferisci puoi semplicemente rinominare la cartella aggiungendo il suffisso -old
  • Effettua l’upload del pacchetto aggiornato che avrai precedentemente scaricato dal sito di WordPress
  • Estrai l’archivio
  • Accedi al backend di WordPress e verifica che l’aggiornamento sia andato a buon fine

La procedura è piuttosto semplice, anche se potrebbe risultare complessa per chi è alle prime armi. Prova ad eseguirla da solo o, se hai bisogno, chiama un tecnico che possa aiutarti. Fortunatamente la maggior parte delle volte non dovrai ricorrere a questa procedura avanzata.

Conclusioni

Come avrai avuto modo di vedere, l’aggiornamento dei Plugin in WordPress è senza dubbio un’operazione di routine. Nonostante questo non deve assolutamente essere seguita con leggerezza. Possono verificarsi spiacevoli problematiche che non faranno altro che danneggiare il vostro sito web e richiedere l’intervento di un professionista per il ripristino.

Ogni quanto eseguire gli aggiornamenti dei Plugin

Sebbene non esista una vera e propria guida o delle best practices comuni da seguire alla lettera, il mio consiglio è quello di lasciare accumulare gli aggiornamenti ed eseguirli simultaneamente a scadenze regolari.

Solitamente io eseguo gli aggiornamenti una volta al mese, almeno per i siti web più trafficati che gestisco e che quindi richiedono una costante manutenzione.

Se hai altro da aggiungere a questo articolo o raccontarmi il tuo approccio, sarò lieto di ascoltare il tuo parere ed eventualmente inserirlo in questa mia breve guida.


Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare aggiornato sul mondo del web attraverso i miei articoli? Iscriviti alla newsletter!
Solo contenuti utili e zero spam, parola di lupetto

Mi chiamo Luigi Sabbetti e da circa dieci anni svolgo la professione di Web Designer. Mi piace scrivere e condividere conoscenze informatiche attraverso il mio sito web. Vuoi chiedermi qualcosa? Contattami su Linkedin