Luigi Sabbetti

Il mondo del web a 360 gradi

Wordpress le immagini non si vedono come fare

Le immagini non si vedono in WordPress: come risolvere


di // Pubblicato il: 21 Agosto 2019

Se sei arrivato qui è perché forse le immagini non si vedono in WordPress. Uno dei CMS più utilizzati al Mondo è senza dubbio WordPress. Si conta, infatti, che ben un terzo dei siti web sia realizzato attraverso l’utilizzo della nota piattaforma. I motivi della sua fortuna sono molteplici e ne abbiamo parlato a più riprese. Nonostante si tratti di un CMS (Content Management System) sicuro, rapido ed in continua evoluzione, può capitare però di riscontrare dei problemi.

Le immagini rappresentano una parte vitale per il nostro sito web. Aiutano l’utente a capire meglio determinati concetti, rendono le nostre pagine piacevoli durante la navigazione e molto altro ancora. Un vero peccato, dunque, rinunciarne.

Non vogliamo questo, è chiaro, ma può capitare di riscontrare dei problemi durante l’utilizzo del nostro sito che potrebbero portare proprio alla mancata visualizzazione dei contenuti visivi. Analizzeremo assieme le problematiche più comuni e vedremo come risolverle in modo semplice.

Indice

Verifica il peso delle immagini

La prima cosa che ti consiglio di fare è di verificare il peso delle immagini che stai provando a caricare sul tuo sito. Capita spesso, infatti, che il server abbia delle limitazioni sull’upload di immagini esterne e che quindi ne blocchi il caricamento.

Quando parlo di peso mi riferisco alla quantità di KB effettivi dell’immagine, ma a volte potrebbe anche essere un problema legato alla dimensione in pixel della foto che stai cercando di caricare. Il CMS, infatti, ha delle regole ben precise e non accetta file oltre un determinato limite. Come fare allora per aggirarlo? Fortunatamente è possibile farlo attraverso delle impostazioni speciali contenute all’interno di un file del server che ospita il nostro sito.

Solitamente è WordPress stesso a segnalarci l’errore. Molto spesso, però, non ci dice esplicitamente che il problema riscontrato è legato alla dimensione delle immagini caricate. Le restrizioni del server sono impostate in un file denominato php.ini che, molto spesso, può essere modificato dall’utente finale.

In particolar modo dovremo alzare il valore contenuto all’interno di queste due variabili

  • upload_max_filesize
  • post_max_size

Su hosting condiviso, ad esempio, questi valori sono solitamente molto bassi e andrebbero alzati leggermente per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese. Se utilizziamo un hosting web molto economico, non è detto che ci offra la possibilità di modificare questi settaggi. Si tratta, infatti, di valori che, se aumentati, portano ad utilizzo maggiore di risorse da parte del server.

Ogni hosting provider ha solitamente la sua procedura per modificare il file php.ini ma, attenzione, non sempre vi è permesso farlo. In alternativa potete provare ad alzare i valori attraverso il file wp-config.php che si trova nella root del vostro sito, ma anche in questo caso non è detto che la cosa funzioni. Potete raggiungere questo file facilmente attraverso una connessione FTP.

Editiamo il file e aggiungiamo, alla fine, le seguenti righe di codice


@ini_set( 'upload_max_size' , '20M' );
@ini_set( 'post_max_size', '20M');

Salviamo il file. Da adesso in poi, se il nostro hosting provider lo consente, saremo in grado di uploadare immagini dell’ordine di 20MB.

Per verificare che effettivamente il server abbia recepito le nostre direttive, vi consiglio di effettuare questa semplice procedura di verifica.

  • Crea un file infoserver.php
  • Caricalo nella root principale del tuo sito
  • Modificalo e inserisci dentro la seguente stringa di codice <?php phpinfo() ?>
  • Salva il file
  • Apri il browser e raggiungi l’indirizzo tuosito.com/infoserver.php

Ti troverai di fronte la schermata di PHP con tutti i dati relativi al tuo server. Di qui puoi cercare i due parametri e verificare che il valore di essi sia effettivamente quello che hai precedentemente impostato.

Piccolo trucco: visto che il file è davvero molto ampio, ti suggerisco di cercare i valori tramite CTRL+F.

Imposta i permessi giusti

Se il primo metodo non ha avuto gli effetti sperati, probabilmente il problema è legato ai permessi dei file di WordPress. Il CMS, infatti, ha bisogno di scrivere sulla cartella wp-content/uploads. Ma cosa vuol dire scrivere su una cartella?

Semplice. Ha bisogno di avere i permessi per poter creare i file all’interno della directory. Quando un file, di qualsiasi tipo, viene caricato tramite il pannello di controllo, WordPress lo crea fisicamente attraverso una direttiva chiamata appunto “scrittura”. Impostare i permessi ad una determinata cartella è un’operazione banale e può essere sempre eseguita tramite connessione FTP.

Connettetevi al vostro server. Selezionate la cartella e con il tasto destro aprite il menù contestuale. All’interno del menù troverete una voce relativa ai permessi. Cliccando si aprirà un pannello da dove potrete settare i permessi corretti. WordPress per lavorare necessita dei permessi 664, ma nulla ci vieta di impostare i permessi 777 sulla cartella uploads.

impostare i permessi 777
impostare i permessi 777 su FileZilla

Impostiamo i permessi su 777, quelli più ampi per intenderci, e salviamo. Ora proviamo a caricare un’immagine e, incrociando le dita, non dovremmo più avere problemi di questo genere.

Analizza gli errori della console

Come dici? hai provato i due metodi elencati ma non riesci ancora a vedere le immagini? In questo caso l’unica cosa che ti rimane da fare è quella di debuggare. In particolar modo, ti consiglio di ispezionare gli elementi della tua pagina e capire dove sia l’errore. Non è detto, infatti, che si tratti di un errore lato server, ma potrebbe essere un errore di tipo client-side, magari un file JavaScript che contiene del codice errato e che genera errori a cascata, un file CSS mancante, o qualche tag aperto. Capita molto spesso, ad esempio, che in seguito al passaggio in HTTPS di un sito le immagini spariscano.

Sappiamo, infatti, che da più di un anno browser come Google Chrome segnalano i siti che non utilizzano SSL marchiandoli come siti non sicuri. In tantissimi sono corsi ai ripari spostando il traffico web del loro sito sotto protocollo sicuro. Non tutti, però, sono esperti e può capitare che questa procedura non sia stata effettuata correttamente.

Forse stai cercando di richiamare immagini con protocollo HTTP su un sito che invece necessita dell’utilizzo del protocollo sicuro. Per fortuna esistono plugin appositi che permettono di switchare tutti i percorsi delle risorse che utilizzi, sia interne che esterne.

Il problema, però, potrebbe essere un altro. Ti consiglio, dunque, di utilizzare innanzitutto un browser moderno, come Mozilla Firefox o Google Chrome. Cliccare con il tasto destro in un punto qualsiasi della tua pagina web. Dal menù contestuale andare su “Ispeziona elemento”.

In basso si aprirà un pannellino, recati nella TAB console. Molto probabilmente qui avrai la risposta alle tue domande. Gli errori possono essere davvero disparati, se si tratta di un errore abbastanza specifico potresti copiarlo e provare a cercare su Google. Forse qualcun’altro si è già imbattuto nella tua sventura e può aiutarti.

Console Google Chrome
Console di Google Chrome

Conclusioni

Come abbiamo visto, possono essere diverse le cause che portano ad una mancata visualizzazione dei file di tipo immagine sul nostro sito WordPress. La soluzione più semplice, come al solito, è quella di debuggare ed investigare per capire l’origine del problema e risolverlo tempestivamente.

Se ti sei imbattuto in un altro tipo di errore e vorresti condividere la tua esperienza con gli altri, scrivimi pure e sarò lieto di inserire la tua esperienza all’interno di questo articolo.

About Author

Mi chiamo Luigi Sabbetti e da circa dieci anni svolgo la professione di Web Designer. Profondamente amante della scrittura, mi piace condividere conoscenze informatiche attraverso il mio sito web. Amo correre e guardare il mare.