Luigi Sabbetti

Il mondo del web a 360 gradi

Creare profilo Linkedin efficace

Come creare un profilo Linkedin efficace


di // Pubblicato il: // Ultimo aggiornamento:

Vuoi raccontare la tua storia formativa e lavorativa su un social network che ti permetta di entrare in contatto con aziende e possibili futuri datori di lavoro? Linkedin fa al caso tuo!

Se ancora non conosci questo utilissimo social network professionale ti consiglio di dedicare 5 minuti del tuo tempo a questo articolo in cui ti spiegherò come creare un profilo Linkedin efficace e appetibile in pochi semplici passaggi.

Te ne hanno parlato in tanti ma non hai mai avuto il coraggio o il tempo per creare il tuo profilo? Se vuoi lanciare la tua carriera, scoprire nuove ed entusiasmanti opportunità di lavoro o sei alle prime armi e non sai come muoverti su questo social non ti resta che metterti comodo e seguirmi.

Indice dei contenuti

A cosa serve Linkedin

Prima di addentrarci nella cura del profilo, vediamo assieme a cosa serve Linkedin. Nato nel 2002, Linkedin può essere considerato il social network professionale più grande al mondo. Linkedin è una moderna rete social alla portata di click indispensabile per chi cerca lavoro, per chi vuole rimanere sempre aggiornato o per chi vuole sviluppare il proprio business attraverso la generazione di nuovi e interessanti contatti.

Attenzione: Linkedin non è il tuo Curriculum online, è molto di più. Non limitarti a raccontare in poche righe chi sei e le tue esperienze pregresse, sfrutta il tuo profilo al massimo per farti notare.

Non ti basterà compilare le principali voci del profilo e aspettare che un lavoro ti cada dal cielo all’improvviso! Attivati, metti in evidenza i tuoi punti di forza, crea una rete di collegamenti e compila in modo accurato il tuo profilo senza lasciare nulla al caso.

Devi imparare a muoverti intelligentemente e in modo efficace su questa piattaforma per poter poi raccogliere i frutti del tuo lavoro e iniziare nuove ed entusiasmanti collaborazioni.

Il principale scopo di di Linkedin, infatti, è proprio quello di consentire agli utenti registrati di creare una preziosa rete di conoscenze in ambito lavorativo.

Per questo motivo è un social molto importante per chi cerca lavoro, per chi vuole assumere nuovo personale e per i professionisti che vogliono far conoscere la propria attività e le proprie competenze.

Linkedin per formarsi: Linkedin Learning

Esiste una sezione particolare del social network dedicato al mondo del lavoro, una sezione che si occupa della formazione online che ti accompagnerà passo dopo passo nella ricerca del tuo lavoro ideale.

In questi mesi di lockdown lo smart working è stato indispensabile per continuare a lavorare e ad aggiornarsi con costanza. In questo periodo, più che mai, abbiamo capito l’importanza di consultare utili ed efficaci risorse online.

LinkedIn Learning
LinkedIn Learning – La piattaforma e-learning di LinkedIn

Linkedin Learning si dedica, infatti, alla formazione online ospitando diversi corsi strutturati tenuti da docenti specializzati per far crescere le competenze professionali degli utenti del social network in ambito prevalentemente.

Questa speciale sezione ti permette di investire sulle tue competenze e su quelle del tuo team di lavoro rimanendo comodamente sul divano di casa.

Creare un buon profilo Linkedin

Se ti ho convinto a registrarti su Linkedin o se sei arrivato fin qui perché vuoi migliorare il tuo profilo, continua a seguirmi per raccogliere poche ma importanti informazioni per creare un buon profilo Linkedin.

Il tuo profilo dice chi sei, quali sono le tue esperienze lavorative, la tua formazione, le tue competenze, le tue aspirazioni e i tuoi obiettivi. Non lasciare sezioni vuote, cura tutto.

La formazione
La formazione di Bill Gates su Linkedin

Curarlo nei minimi dettagli è, infatti, il primo fondamentale passo per farsi notare dalle aziende e presentarsi in modo professionale sul social network di cui ti sto parlando in questo articolo.

Creare un profilo Linkedin dettagliato è fondamentale per dare una notevole svolta al tuo futuro, punta alla creatività, all’originalità e soprattutto alla completezza. Sei pronto? Partiamo!

Utilizza una buona immagine del profilo

Come per gli altri social network l’immagine del profilo personale è il tuo bigliettino da visita nel mondo virtuale, sceglierne una professionale è il primo passo per ottimizzare il tuo profilo.

Se per un attimo hai pensato di non inserirla ripensaci immediatamente: non avere una foto profilo su Linkedin può essere molto penalizzante, decidendo di non mostrarti per tutelare la tua privacy rischi di non infondere fiducia ostacolando così la generazione di nuovi contatti.

Ecco le caratteristiche che deve avere la foto profilo di Linkedin giusta:

  • Buona qualità e risoluzione
  • Nella foto ci sei solo tu (non scegliere foto di gruppo o in vacanza con il partner)
  • Preferisci foto in cui indossi abiti formali (non utilizzare foto in costume da bagno)
  • Sfondo chiaro (preferibilmente bianco)
  • Luce naturale (non utilizzare foto scattate con il flash)
  • Primo piano o mezzo busto
  • Coerente con la tua immagine professionale
Foto del profilo utilizzata da Bill Gates
Foto del profilo utilizzata da Bill Gates

Ricordati di non usare foto di tramonti, gattini o loghi aziendali. La foto personale dice chi sei al tuo potenziale futuro datore di lavoro prima ancora che questo possa leggere il tuo profilo, scegline una adatta al lavoro per il quale vuoi candidarti e avrai già iniziato con il piede giusto.

Scrivi una Headline ad effetto

Il secondo passo da fare è quello di scrivere una creativa headline (la breve stringa posta sotto l’immagine di profilo). Chi sei o cosa fai nella vita?

Headline utilizzata da Bill Gates
Headline utilizzata da Bill Gates

Non limitarti però a scrivere semplicemente la tua posizione lavorativa, cerca di essere originale e di presentarti in modo non banale. In poche parole cerca di esprimere al meglio ciò che sai fare.

Non esagerare con i caratteri. Se Bill Gates è riuscito ad utilizzare una sola riga, di certo puoi farcela anche tu!

Sfrutta le parole chiave per spiegare ciò che fai nella vita e le tue qualifiche professionali. Le parole chiave su Linkedin, come in tutti gli altri social, sono fondamentali per indicizzare il tuo profilo e i tuoi contenuti.

Se vuoi lavorare come Web Designer ma non inserisci questa parola chiave nella tua headline difficilmente un’azienda che sta cercando una persona con il tuo titolo potrà trovare il tuo profilo e contattarti se non inserisci il termine Web Designer nel tuo profilo Linkedin.

Attenzione: sei un Web Designer? Benissimo, non limitarti a scrivere queste due semplici parole che ti rendono uguale a tanti altri. Ad esempio potresti scrivere: “Web Designer pronto a nuove avventure digitali” o “Web Designer in cerca di nuove e creative opportunità”.
La banalità non è di casa su Linkedin, punta alla creatività e non sbaglierai!

Inserisci le esperienze lavorative che contano

Hai lavorato come animatore in un villaggio turistico a 18 anni e ti presenti su Linkedin come Web Designer? Per quanto possa essere stato importante e possa averti insegnato ad interagire con gli altri, il tuo vecchio lavoro estivo non c’entra niente con il lavoro dei tuoi sogni con il quale ti presenti sul più importante social professionale.

Le esperienze lavorative
Le esperienze lavorative di Bill Gates

Cerca di inserire nel tuo profilo Linkedin solamente le esperienze lavorative che riguardano effettivamente l’ambito lavorativo per il quale vuoi candidarti per prossime esperienze o del quale già ti occupi.

Arricchisci questa sezione con foto, video o articoli per rendere più completo e originale il tuo profilo.

Ben vengano le competenze sviluppate con corsi di formazione, certificati linguistici e stage ma tieni da parte le esperienze che non hanno nulla a che fare con l’immagine lavorativa che vuoi dare di te e metti in risalto le esperienze che realmente contano.

Inserisci nella sezione dedicate alle esperienze lavorative ciò che hai fatto/imparato e ciò che stai facendo

Inserisci le tue competenze

Dopo aver sistemato foto, headline ed esperienze lavorative è arrivato il momento di curare le tue competenze. Rispondi a questa domanda: Cosa sai fare?

Prova a stilare un elenco delle tue principali competenze, le cosiddette skills, adatte per creare un profilo LinkedIn appetibile per aziende e recruiter.

Non prendere sotto gamba questa sezione, come tutte le altre è molto importante per far comprendere chi sei e cosa sai fare in ambito lavorativo.

Ecco alcuni consigli per inserire le tue competenze:

  • Scegli le competenze che rispecchiano al meglio il tuo profilo
  • Inserisci competenze presenti e che hai maturato nel corso degli anni
  • Usa parole chiave con le quali il tuo profilo verrà indicizzato
  • Spiega ciò che fai in modo semplice ma dettagliato riprendendo ciò che hai scritto nella tua headline
  • Non inventare competenze che non hai

Cura il tuo percorso di studi

Un’altra sezione da non sottovalutare è quella dedicata al tuo percorso di studi. Questa sezione è molto importante soprattutto per studenti e neolaureati che devono ancora interfacciarsi con il mondo del lavoro.

Ecco cosa inserire per come curare al meglio questa sezione del tuo profilo di Linkedin:

  • Progetti scolastici/universitari ai quali hai partecipato
  • Corsi interessanti che hai seguito
  • Attività extracurriculari
  • Competizioni

Segnala e ottieni segnalazioni

Fatti conoscere attraverso le segnalazioni. Il numero dei collegamenti raggiunti non ti porta nulla se questi non hanno nulla da dire sul tuo lavoro e viceversa.

Esempio di segnalazione su Linkedin
Esempio di segnalazione su Linkedin

Su Linkedin le segnalazioni servono per lasciare e farsi lasciare referenze.I recruiter sono alla costante ricerca di conferme e leggere ottime referenze di chi ha già lavorato con te non può che avvantaggiare il tuo profilo.

Segnala e farti lasciare segnalazioni dai tuoi colleghi, dai tuoi clienti e dai tuoi datori di lavoro. Non sai come lasciare una segnalazione su Linkedin? Ecco cosa devi fare:

  • Accedi a Linkedin
  • Visita il profilo della persona che vuoi segnalare
  • Clicca su Segnala
  • Ti verrà richiesto come conosci questa persona
  • Inizia a scrivere la tua segnalazione spiegando brevemente come conosci la persona che vuoi segnalare
  • Menziona le sue qualità che potrebbero interessare a possibili datori di lavoro
  • Per rendere più personale e originale la tua segnalazione puoi inserire una breve storia di successo che riguarda la persona in questione
  • Concludi la segnalazione raccomandando per un’ultima volta la persona che sta segnalando

Coltiva il tuo Network

Come tutti i social è importante curare i collegamenti che hai creato nella tua rete Linkedin. Come? Per prima cosa cerca di aumentare i tuoi collegamenti, prova a superare la quota di almeno 100 utenti collegati al tuo profilo.

Il mio network su Linkedin
Il mio network su Linkedin

Non limitarti ad aggiungere solo amici e conoscenti, amplia le tue conoscenze accettando e richiedendo il contatto anche di persone che non conosci.

Il numero dei tuoi collegamenti però non basta, devi curare il tuo network al meglio per creare maggiori opportunità coltivare rapporti professionali utili per il tuo lavoro o per le tue future esperienze lavorative.

Il tuo obiettivo è quello di costruire un ricco network di profili che potrebbero essere interessati alle tue competenze.

Curare il tuo network, allargando la tua cerchia di collegamenti, può portare al tuo profilo e alla tua posizione lavorativa importanti vantaggi:

  • Scambiare idee interessanti con professionisti del tuo stesso settore
  • Stringere nuovi rapporti lavorativi
  • Conoscere le ultime novità
  • Avere più visibilità e quindi possibilità lavorative
  • Far conoscere le tue competenze e le tue esperienze
  • Rilanciare la tua carriera
  • Trovare un nuovo lavoro

Crea contenuti virali

Vuoi farti notare e far scoprire il tuo profilo Linkedin al maggior numero possibile di utenti? Inizia a creare contenuti interessanti e originali che possano diventare subito virali.

Creare contenuti virali mette in risalto il tuo profilo rendendolo maggiormente visibile. Cerca di pubblicare contenuti interessanti in grado di catturare l’attenzione e stuzzicare la curiosità di chi li legge.

Ecco alcuni possibili contenuti che puoi pubblicare su Linkedin:

  • Foto e video
  • Articoli
  • Interviste
  • Raccontare le tue esperienze

Ricorda di potenziare il testo dei tuoi post su Linkedin con emoji e hashtag per attrarre maggiormente l’attenzione di chi ti legge.

Scrivi in modo semplice e chiaro post di qualità con argomenti di tuo interesse professionale per attirare l’attenzione dei tuoi collegamenti e non solo.

Usa gli hashtag nei tuoi post

Quando crei un post sul social network di cui stiamo parlando in questo articolo non dimenticare di inserire gli hashtag.

Le parole precedute dal noto cancelletto (#) sono fondamentali per indicizzare il tuo post e di conseguenza rendere più visibile il tuo profilo Linkedin.

Usa parole chiave per raccontare con gli hashtag il tuo contenuto. Gli hashtag ti permetteranno di inserirti all’interno di un preciso flusso di post che contengono lo stesso hashtag.

Non usare Linkedin come se fosse Facebook

Linkedin non è Facebook, entrambi sono social network con tantissimi utenti e su entrambi puoi condividere contenuti ma la loro funzione è davvero molto diversa.

Non utilizzare il tuo profilo Linkedin come se fosse la bacheca di Facebook, non pubblicare contenuti che non rispecchiano l’immagine che stai dando di te e con la quale vuoi trovare nuove opportunità lavorative.

Niente video di gattini, articoli che non c’entrano nulla con le tue competenze e con i servizi che offri, abbandona l’idea di condividere foto di te e dei tuoi amici al mare e di pubblicare video che potrebbero compromettere la professionalità del tuo profilo.

Conclusioni

Se sei arrivato fin qui ti sarai accorto che per creare un profilo Linkedin efficace ci sono tanti ma semplici punti che non devi sottovalutare.

Il tuo profilo Linkedin racconta chi sei, la tua storia, la tua formazione, i tuoi successi e i servizi che offri.

Con questa breve guida puoi creare un profilo creativo, originale e perfetto per essere notato facilmente dai recruiter.

Ricorda: dopo aver creato il tuo profilo devi curarlo e aggiornarlo costantemente. Non abbandonarlo per mesi dimenticandone totalmente.

Resta aggiornato sulle nuove opportunità e migliora il tuo profilo giorno per giorno con contenuti interessanti per uscire fuori dall’anonimato e farti notare. In bocca al lupo!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 08/06/2020


Ti è piaciuto questo articolo?
Vuoi restare aggiornato sul mondo del web attraverso i miei articoli? Iscriviti alla newsletter!
Solo contenuti utili e zero spam, parola di lupetto

Luigi Sabbetti

Mi chiamo Luigi Sabbetti e da circa dieci anni mi occupo di Web Marketing e Web Design. Mi piace scrivere e condividere conoscenze informatiche attraverso il mio sito web. Vuoi chiedermi qualcosa? Contattami su Linkedin