Luigi Sabbetti

Il mondo del web a 360 gradi

hosting gratuito wordpress

Hosting gratuito WordPress: quale scegliere


di // Pubblicato il: 17 Febbraio 2019

Capita spesso di voler testare i nostri siti web prima di portarli online. Certo, possiamo lavorare localmente e di questo ne abbiamo già parlato in diversi articoli, ma possono esserci delle esigenze specifiche che ci obbligano a pubblicare il nostro sito in un ambiente di test.

Può accadere, ad esempio, di dover testare delle API da remoto oppure aver bisogno di mostrare il nostro ambiente ad una persona esterna. Può essere dunque comodo hostare temporaneamente il nostro sito in un’area accessibile anche dall’esterno. Vediamo assieme quali sono i provider che offrono hosting gratuito WordPress

Già, proprio cosi, esistono diversi provider che ci permettono di pubblicare il nostro sito gratuitamente. Certo, non illudiamoci, si tratta di servizi che offrono un terzo dominio, non un dominio principale e comunque si tratta di spazi molto limitati, offerti su server con delle performance abbastanza limitate.

Chiaro però che quando si tratta di qualcosa di gratis non possiamo aspettarci molto. Come detto, questo spazio ci servirà soltanto per delle prove e non per pubblicare realmente un sito internet.

Fatto sta, comunque, che molti utenti sfruttano questi servizi anche per farci dei siti veri e propri. Io, chiaramente, lo sconsiglio. Anche in ottica SEO essere sotto un dominio terzo non è di certo la cosa migliore. Se possibile, dunque, investite una trentina di euro l’anno ed acquistate un hosting di qualità.

Indice

Altervista

Il primo servizio che voglio presentarti si chiama Altervista. Altervista può essere considerato un vero e proprio pioniere dell’hosting gratuito in Italia.

Da semplice progetto di uno studente, nel corso degli anni è diventata una piattaforma di qualità, tanto da essere acquisita dal gruppo Mondadori.

In realtà, Altervista, non nasce con l’idea di fornire agli utenti degli ambienti di test. Il suo modus operandi è chiaramente differente. Il servizio offre uno spazio limitato con un sistema di crediti che ti permette di aumentare lo spazio sia del file system che del db in base alle tue esigenze.

Non solo, Altervista ti permette anche di guadagnare con dei banner da inserire all’interno del sito. Il modello di business è quindi basato sulla pubblicità e sull’acquisto dei pacchetti da parte degli utenti.

Nulla vieta, comunque, di operare gratuitamente con Altervista e fare i nostri test. Questo servizio, in linea di massima, nasce per dare agli utenti la possibilità di avere dei veri e propri siti, seppure sotto dominio altervista.org

Una volta effettuata la procedura di registrazione, potrai creare un sottodominio del tipo tuosito.altervista.org ed iniziare a gestirlo dal semplice ed intuitivo pannello di controllo.

In pochi e semplici passi potrai installare il tuo WordPress ed iniziare ad operare. I dati FTP e del database MySql ti verranno forniti tramite mail.

Netsons

Il secondo provider che offre hosting gratuito è Netsons, un’azienda italiana con sede a Pescara.

Anche Netsons, esattamente come Altervista, fu tra i pionieri dell’hosting web gratuito. Si tratta, però, di un modello di business molto diverso. Netsons, sostanzialmente, mette a disposizione spazi web gratuiti per testare il prodotto e poi portarti ad acquistare un hosting web professionale.

Grazie alle caratteristiche ottimali dei loro server e ad un supporto efficiente, sicuramente Netsons rientra tra i migliori provider italiani. Ne abbiamo già parlato quando abbiamo visto qual è il miglior hosting per un sito WordPress.

Sugli Hosting Netsons è disponibile cPanel che ci permette di creare con estrema semplicità utenti FTP, Database, gestire la posta e il file system.

Netsons, inoltre, fornisce gratuitamente il certificato SSL tramite Let’s Encrypt. Questo certificato ci permette di spostare il traffico del nostro sito web sotto protocollo sicuro HTTPS. Un vero toccasana in ottica SEO, considerando che da qualche tempo i browser segnalano come non sicuri i siti web che mantengono ancora il vecchio protocollo HTTP.

Questo provider, dunque, rappresenta a mio avviso un’ottima scelta sia per quanto riguarda l’hosting gratuito che quello a pagamento. Fornisce, infine, pagamenti dilazionati mensilmente, uno stimolo per l’acquisto di un hosting di qualità ad un prezzo facile da sostenere.

000 WebHost

Un’altra società molto attiva nel campo degli hosting gratuiti è 000WebHost che, negli anni, ha fatto di questa funzionalità un vero e proprio cavallo di battaglia.

Basta, infatti, recarsi sul loro sito web per rendersene conto. In effetti forniscono un servizio degno di nota. Pannello di controllo cPanel, possibilità di scegliere la versione PHP in uso, database e accesso FTP garantendo anche un ottimo tempo di UpTime dei loro server.

Anche in questo caso, come per Netsons, il sostentamento della compagnia arriva attraverso l’acquisto dei loro piani di hosting a pagamento, oppure attraverso l’upgrade del piano di hosting gratuito.

Anche in questo caso, infatti, le risorse sono limitate e per effettuare un aumento degli spazi è necessario pagare separatamente il servizio.

Conclusioni

Abbiamo visto assieme ben tre provider che permettono di installare WordPress ed avere uno spazio in hosting totalmente gratuito. E’ chiaro, un sito web che si rispetti non è di per sé un sito web gratuito. Se si vuole puntare in alto è necessario investire. Per fortuna, ad oggi, il mercato è altamente concorrenziale e non è necessario investire cifre astronomiche per ottenere un servizio di qualità.

Se conosci altri provider che forniscono Hosting Gratuito WordPress, scrivili pure nei commenti, sarò lieto di conoscerli e di testarli personalmente per poi aggiungerli a questa lista.

About Author

Mi chiamo Luigi Sabbetti e da circa dieci anni svolgo la professione di Web Designer. Profondamente amante della scrittura, mi piace condividere conoscenze informatiche attraverso il mio sito web. Amo correre, guardare il mare e il buon cibo. Scopri di più nella mia