Luigi Sabbetti

Il mondo del web a 360 gradi

Aumentare follower instagram metodo semplice

Aumentare follower Instagram: metodo semplice ed efficace


di // Pubblicato il: 16 Maggio 2019

Se sei arrivato su questa pagina è perché, molto probabilmente, stai cercando un modo semplice e veloce per incrementare la tua platea di utenti sul social network Instagram.

Come abbiamo visto in diversi articoli, infatti, IG continua a crescere a dismisura. Proprio oggi leggevo dei dati interessanti: pare che il social di Mark Zuckerberg conti ormai 1 miliardo di utenti attivi. Certo, parliamo di bruscolini, se si pensa che Facebook ne ha ben 2.2 miliardi, ma teniamo presente innanzitutto che Facebook è sulla cresta dell’onda da molto più tempo e abbraccia un pubblico con un range di età molto vasto.

Su instagram, infatti, l’audience ha un’età media molto più bassa. Ma bando alle ciance, oggi vedremo assieme come aumentare follower instagram.

Già, a chi non piacerebbe diventare un influencer. Girare il mondo pagati dagli sponsor, lavorare su una spiaggia sorseggiando un Daikiri. Sfido chiunque a dire il contrario! Certo, quando parliamo di instagram, non bisogna pensare solo ad aspiranti fashion blogger, anche le aziende infatti desiderano avere una posizione di prestigio sui social. Su IG spopolano ad esempio le aziende del settore food, ma anche del luxury e, in genere, chi opera nel commercio elettronico.

Si tratta di un canale da non sottovalutare, ma veniamo a noi. In questa guida ti insegnerò tutti i trucchi per crescere rapidamente su instagram.

Trucchi? Perché esistono dei trucchi?

Ecco, la risposta è NO. Se ti aspetti la formula magica, allora ti dico già che rimarrai deluso. Un tempo, forse, crescere su instagram era sicuramente più semplice (anche per le pagine Facebook era lo stesso). Il mercato, man mano, è diventato saturo ed è difficile ottenere follower in modo del tutto genuino e naturale.

Diffida da chi ti promette follower facili con pochi spicci. Tutto nasce dal sacrificio. Non credere che Chiara Ferragni si sia svegliata un bel giorno e sia diventata influencer dopo la pubblicazione di 3-4 post.

Come prima cosa ti consiglio di avere in testa tre cose fondamentali:

  • Un obiettivo reale/fattibile da perseguire (esempio: 10.000 follower in un anno)
  • Stabilire un target specifico a cui proporre i tuoi post
  • Trovare il modo per distinguerti dalla massa

L’unico modo per ottenere risultati è quello di avere ben chiare queste tre cose. Ti assicuro che è inutile proporre esattamente quello che propongono già altre migliaia di persone: perderesti il tuo tempo.

I tuoi contenuti devono essere dei veri e propri gioielli. Il web è uno strumento altamente democratico, dove la regola che vige da sempre è quella che possiamo riassumere in queste tre parole: CONTENT IS KING. Prima di pensare a racimolare follower, dunque, devi essere in grado di sapere cosa potrai offrirgli. Già, nessuno fa qualcosa senza avere niente in cambio.

Una persona lascerà like e, soprattutto, continuerà a seguirti , solo se sulla tua pagina troverà contenuti interessanti che rispecchiano la sua indole, le sue passioni. Per questo è fondamentale anche conoscere il tuo target di riferimento.

Se hai la passione per le ricette, ad esempio, probabilmente dovrai rifarti ad un pubblico di persone che molto spesso pubblicano piatti fatti in casa, o che seguono profili di cucina importanti a livello nazionale, non ti rivolgerai di certo ad un avvocato con la passione per la pesca!

Individua il target e preparati a propinare loro dei contenuti freschi ed interessanti: è questa la prima chiave del successo.

Se decidi di percorrere questa strada, devi sapere fin da subito che sarà in salita. La parola d’ordine sarà PERSEVERANZA, dovrai lavorare sodo per conquistare la fiducia di chi ti segue, dovrai proporre contenuti nuovi ed interessanti e seguire le strategie che sto per dirti. Sei pronto ad accettare questa sfida? Bene, possiamo cominciare!

Indice

Prenditi cura del tuo profilo

Mi è sempre piaciuta l’espressione “prendersi cura”. Sul web, infatti, come nella vita, se non ti prendi cura di qualcosa questa muore. Ecco perché il tuo profilo e i tuoi progetti web devono essere per te come delle piante, da innaffiare regolarmente. Solo cosi potranno darti i frutti che aspetti con ansia.

La prima cosa che dovrai fare, sicuramente, è quella di creare un profilo. Su Instagram ci sono sostanzialmente due tipi di profilo: il profilo privato e il profilo business. Ti consiglio di scegliere questa seconda opzione.

Il profilo privato è indicato, appunto, per chi vuole utilizzare instagram abbastanza passivamente, senza grossi obiettivi di crescita. Con il profilo business, invece, avrai a disposizione statistiche avanzate e, soprattutto sarai in grado di sponsorizzare i tuoi post. Non solo, i profili business, ti permettono di collegare anche la tua pagina Facebook, ottenendo così un doppio vantaggio.

Molti, infatti, per ottimizzare la sinergia tra i due social, sono soliti pubblicare contemporaneamente su entrambi. Farlo è davvero semplicissimo: in fase di pubblicazione su Instagram, non dovrai fare altro che attivare la spunta per pubblicare il contenuto anche su Facebook.

Sinceramente non è una cosa che amo fare, poiché trovo che su ogni social vada utilizzata una strategia diversa e formati di immagine diversi, non bisogna cercare di ottimizzare il nostro tempo a discapito poi della qualità.

Cerchiamo quindi di curare bene il nostro profilo, senza lasciare niente al caso. Inseriamo una bella foto profilo, delle dimensioni giuste soprattutto (110×110 pixel per intenderci, sono quelle consigliate. Praticamente un formato quadrato).

Sfrutta al meglio la descrizione

Una volta caricata la nostra propic, possiamo passare alla descrizione. Questo campo è importantissimo, in pochissime righe dobbiamo essere in grado di spiegare chi siamo, cosa facciamo e perché gli utenti dovrebbero iniziare a seguirci. Tutto questo in un massimo di 3-4 righe!

Si, sembra un’impresa impossibile, ma ti assicuro che non è così. Ad ogni modo, puoi sempre prendere spunto da ciò che fanno gli altri.

Un esempio? Chiara Ferragni utilizza questa come descrizione:
“Love fiercely (and don’t forget to stop along the way to take photos) Founder of @chiaraferragnicollection, @theblondesalad and @beautybites”

Descrizione Instagram
Descrizione Instagram

Come vedi, dunque, ha utilizzato una frase di impatto per poi descrivere brevemente il suo lavoro, taggando anche le sue aziende: un doppio modo per farsi pubblicità e al contempo parlare di sé.

Inserisci un link in bio

Una delle pecche di Instagram è senza dubbio la poco disponibilità che offre verso i link esterni. Se inseriamo un link nella descrizione di un nostro post, ad esempio, questo non risulterà cliccabile.

E allora come fare se volessimo rimandare i nostri follower verso il nostro sito web? Esistono sostanzialmente due modi: il primo è quello di avere più di 10.000 follower, in questo modo saremo in grado di inserire link all’interno delle storie. L’utente, swappando verso l’alto mentre si trova su una nostra storia, potrà uscire dal nostro sito ed atterrare su un sito terzo.

Il secondo metodo, invece, utilizzabile a prescindere dai follower, è quello di inserire un link in bio. Si tratta di quello spazio che si trova immediatamente sotto la descrizione. rifacendoci allo screenshot della Ferragni, è facile notare come lei abbia utilizzato quello spazio per pubblicizzare la sua collezione.

Sfrutta il link in bio
Esempio di link in bio

Sfruttiamo al meglio questa carta che instagram ci offre, perché è un metodo per rimandare i nostri utenti sul nostro profilo Facebook, ad una form di contatti, ad una landing page o semplicemente sul nostro sito internet.

Pubblica foto di qualità

Sembrerà scontato, ma è bene dirlo. Instagram nasce come social network nel quale condividere foto, solo successivamente la piattaforma si è ampliata aggiungendo storie e video. Il motore del social è rappresentato soprattutto dalle foto, ecco perché dovresti cercare di pubblicare foto di qualità!

Ma cosa intendo per qualità?

Non sto parlando di definizione della foto, certo se hai una buona macchinetta fotografica è questo il momento giusto per utilizzarla, ma mi riferisco soprattutto alla qualità del tuo contenuto. Con questo mi riferisco all’unicità, alla bellezza, alle emozioni che può scatenare nell’utente.

Tieni presente, infatti, che ogni giorno vengono pubblicate migliaia se non miliardi di foto. Non pubblicare foto tanto per. Il tuo mantra deve essere quello di postare meno, ma postare meglio!

Molti, infatti, pensano che il trucco per il successo sia quello di puntare sulla qualità. Non è assolutamente vero. La quantità lascia il tempo che trova e ti porterà in un vortice senza fine. Sarai costretto a pubblicare costantemente contenuti per mantenere alti i tuoi standard e, a lungo andare, finirai gli argomenti e risulterai banale.

Non farti prendere dalla febbre della pubblicazione. Pubblica qualcosa solo quando sei sicuro che possa portare realmente qualcosa alla tua comunità. Come ti dicevo, infatti, gli utenti vogliono qualcosa in cambio e si aspettano contenuti in linea con le loro passioni.

Foto di qualità su instagram
Esempio di foto con WaterMark

Un altro consiglio che posso darti, è quello di inserire un watermark sulle foto, come vedi in quella qui sopra. Il watermark non è altro che il tuo logo, un vero e proprio marchio di fabbrica che ti permette di marcare le tue foto ed evitare che qualcuno possa rubartele.

Realizzarne uno è davvero semplicissimo, soprattutto se hai un pò di dimestichezza con programmi di ritocco come photoshop. Ad ogni modo, esistono tantissimi siti che permettono di inserire un logo su una foto, basta cercare su internet.

Cerca di distinguerti dalla massa, di postare foto “di nicchia”. Magari non saranno capite da tutti, ma non importa. L’importante è che vengano apprezzate dal tuo target di riferimento.

Impara ad utilizzare gli hashtag

Gli hashtag, da sempre, assumono un’importanza vitale. Altro non sono che quelle paroline magiche che iniziano con il cancelletto. Ma dove dovremmo metterle? C’è chi dice che vanno messe nel primo commento dopo aver pubblicato un post, io sinceramente li ho sempre inseriti nella descrizione stessa della foto.

Sono molto importanti perché ci permettono di creare delle parole chiave per il nostro contenuto, in modo tale da renderlo più semplice da ricercare.

Ma quali e quanti ne dovremmo utilizzare?

Il limite massimo di hashtag consentiti è 30, il minimo è ovviamente 1. C’è chi dice che andrebbero utilizzati tutti, altri che bisognerebbe limitarsi. Ma la verità è che dipende dalle circostanze.

Molti, infatti, commettono l’errore di utilizzare sempre i soliti hashtag oppure quelli più usati dalla community come ad esempio #instago #instalove ecc.

Sfrutta gli hashtag
Esempio di post che utilizza gli hashtag nel modo corretto

Niente di più sbagliato. La cosa migliore da fare è utilizzare hashtag mediamente utilizzati, che descrivano realmente ciò che stiamo fotografando. Così saremo in grado di raggiungere più persone e avremo più possibilità di posizionarci tra i post più popolari di un determinato hashtag.

Molti mettono a disposizione, online, delle liste di hashtag divise per categoria. Io ti consiglio di spaziare il più possibile, magari inventa anche un tuo hashtag, chissà magari un domani diventerà utilizzato dalla community!

Interagisci con la community

Tieni bene a mente questo punto, perché ti assicuro che è uno dei più importanti. Come ti dicevo gli altri utenti si aspettano da te esattamente ciò che tu ti aspetti da loro. Su instagram, dunque, è importantissimo coltivare la tua community.

Ma cosa vuol dire? lasciare like a caso a tutti i post che ti capitano sotto tiro?

Niente di più sbagliato. Le tue interazioni devono essere quanto più genuine possibili. Dimostrati realmente interessato ai contenuti postati da altre persone e vedrai che saranno loro stessi a ricambiare il favore, senza che tu debba chiedergli nulla in cambio.

Ti faccio un esempio. Se il tuo sogno è quello di diventare un food blogger, potresti cercare l’hashtag “#primipiatti” e vedere tutte le foto postate recentemente. Individua un piatto che ti piace e commenta chiedendo la ricetta, facendo i complimenti per ciò che vedi o, perché no, anche dimostrando il tuo disappunto verso ciò che non ti piace.

I social sono stati creati per fare interazione, quella reale. Sii te stesso e coltiva la tua community e vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare. Segui le persone che realmente postano contenuti interessanti, che ti piacciono, non solo per ricambiare il favore!

Sfrutta le storie

Le storie sono il vero fulcro di Instagram. Amatissime dai giovanissimi, è li che c’è il vero traffico ed è li che dovremo essere presenti.

Abbiamo la possibilità, infatti, di interagire in modo diretto con la nostra community, rendendoli anche partecipi delle nostre scelte editoriali. Con le storie, infatti, potrai creare dei sondaggi e far interagire in modo diretto i tuoi follower.

Tutti amano le storie perché sono un contenuto volatile, che dura poco tempo. Non avere paura di sbagliare, male che vada tra 24 ore sarà solo un ricordo.

Ecco perché ti consiglio di utilizzare il feed in modo più pulito, mentre nelle storie devi mostrare la tua vita reale, senza filtri e censure. E’ un modo semplice per arrivare direttamente al cuore dei tuoi follower.

Ottimizza le pubblicazioni

Abbiamo già parlato del fatto che dovresti pubblicare meno e meglio, ma è importante anche pubblicare agli orari giusti. Cosa vuol dire?

Alcuni pensano che ci sia una formula esatta per sapere quando è il momento giusto per pubblicare contenuti. C’è chi dice alle 2 di pomeriggio, chi alle 21, chi nei giorni di festa. Ognuno ha la propria scuola di pensiero, ma la verità è che dipende sempre dal tuo target!

Mi spiego meglio. Se hai un profilo diretto verso il pubblico americano, non ha senso che pubblichi i tuoi contenuti alle 9 del mattino italiane, a quell’ora staranno quasi tutti dormendo!

Oppure, gestisci il profilo di un discopub. Probabilmente il tuo target è amante della vita notturna, non postare contenuti alle 7 del mattino. Lo so, sono esempi banali e volutamente enfatizzati, ma è per farti capire quanto le “formulette” non servano davvero a nulla. Ognuno conosce il suo target, i suoi lettori, i suoi follower e deve regolarsi sulla base delle loro abitudini.

Cresci in modo naturale, senza acquistare follower

Lo sanno tutti, ormai è un segreto di pulcinella. Esistono diversi siti che ti permettono di acquistare follower a prezzo irrisorio.

Davvero? ma allora come mai non siamo tutti influencer?
Cavolo, fossi in voi farei un investimento da 500 euro se mi permettesse di arrivare di colpo a 100k follower!
Un vero affare, non trovate?

Sbagliato! Non fatelo assolutamente, altrimenti perderete per sempre il vostro profilo.

Acquistare i follower è la cosa più stupida che potreste mai fare. Si tratta di veri e propri zombie, che non interagiscono con i vostri contenuti e vi trascineranno nel baratro. Perché? ecco alcune motivazioni:

  • Si tratta di follower internazionali
  • Non sono interessati ai tuoi contenuti
  • Quando effettui una promo dovrai pagare anche per mostrarla a loro
  • La differenza notevole di follower e numero di like effettivi ai tuoi post, farà capire a tutti che sono fake
  • Esistono siti che permettono di analizzare la genuinità dei follower
  • Di recente ci sono stati casi in cui Instagram ha rimosso i fake

Insomma, come avrete capito, state per acquistare una zavorra che vi farà precipitare. Non fatelo. La vostra community deve essere composta da gente che è realmente interessata a ciò che pubblicate.

Utilizza un Bot per automatizzare le tue azioni

Di recente, ho scritto un articolo in cui suggerivo alcuni dei migliori bot per instagram. E’ un articolo che vale la pena di leggere. Un bot non è altro che un aiutante che ti permetterà di automatizzare alcune delle operazioni che esegui tutti i giorni su instagram.

Migliori Bot Instagram 2019 Quale Scegliere
Migliori bot instagram del 2019

Parlo di aiutante, proprio perché, come ti ho spiegato, le reazioni umane sono sempre le cose che funzionano di pi§ e una macchina non potrà mai sostituirsi ad un essere umano. Non trascurare i tuoi follower, pensando che il bot faccia il lavoro sporco per te.

Il robot potrà aiutarti a mettere qualche like, ma il lavoro vero dovrai farlo tu, con passione e spirito di sacrificio.

Sponsorizza i tuoi post

Se hai qualche soldo da spendere, non farlo acquistando i follower, piuttosto usa gli strumenti che instagram ti mette a disposizione. Uno di questi è senza dubbio l’ads.

Ogni post, infatti, può essere sponsorizzato. In questo modo IG mostrerà il tuo post a tantissime persone consentendoti di ottenere like, commenti e nuovi follower.

Attenzione, non stiamo parlando di profili fake o “pagati”. In questo caso si tratta di interazioni reali, genuine, di persone che apprezzano davvero i tuoi contenuti. Instagram non fa altro che mostrare loro il tuo contenuto, senza forzarli ad effettuare operazioni su di esso.

E’ questa la linfa del tuo profilo ed è per questo che mi sento di dirti che dovresti destinare ogni mese un piccolo budget da investire in ads. D’altronde la pubblicità è l’anima del commercio.

Non sentirti come se stessi barando. Acquistare follower non c’entra assolutamente nulla con fare pubblicità su instagram. Qui non stai acquistando assolutamente nulla, stai sponsorizzando semplicemente i tuoi contenuti.

Se questi non funzionano, non funzioneranno neppure sponsorizzandoli. Quindi prima di effettuare qualsiasi tipo di investimento pubblicitario, sistema al meglio i tuoi post ed assicurati di aver fatto un buono lavoro.

Instaura collaborazioni

Un altro modo per crescere è quello di instaura collaborazioni. Esistono profili, ad esempio, che non fanno altro che pubblicare contenuti altrui.

In pratica incoraggiano gli utenti ad utilizzare il proprio hashtag nelle proprie foto, per poi scegliere i contenuti migliori da pubblicare. Questo è un metodo semplice e molto efficace, ma non è detto che faccia al caso tuo.

Si tratta di profili che appunto non aggiungono niente di nuovo, fanno solo da raccoglitore di foto altrui.

Diversamente, invece, potresti instaurare delle collaborazioni (anche retribuite) con altri influencer, che ti aiutino quindi a crescere promuovendo il tuo profilo instagram attraverso il loro.

Questo è sicuramente uno dei metodi più efficaci, ma può risultare chiaramente oneroso in termini economici. Se non trovi grandi riscontri con gli altri metodi o senti che non fanno al caso tuo, potresti provare a sfondare in questo modo.

Conclusioni

Come avrai ppotuto notare tu stesso, non esistono formule magiche. Bisogna testare ogni giorno sulla propria pelle e soprattutto avere una grande perseveranza. Prova a farti un giro sui profili più blasonati e vedrai tu stesso quanti post hanno inserito prima di arrivare al successo.

Se segui con costanza i passi che ti ho descritto sono sicuro che arriverai ben presto al successo, l’importante è non farsi prendere dallo sconforto. Possono esserci giorno più difficili ed altri in cui i tuoi contenuti arrivano dritti al cuore delle persone.

Il mio consiglio è quello di ricercare la tua nicchia di mercato, individuare il target di riferimento, creare contenuti ad hoc per la tua platea di pubblico ed essere costante con le pubblicazioni.

Ultimo aggiornamento 17/05/2019

About Author

Mi chiamo Luigi Sabbetti e da circa dieci anni svolgo la professione di Web Designer. Profondamente amante della scrittura, mi piace condividere conoscenze informatiche attraverso il mio sito web. Amo correre, guardare il mare e il buon cibo. Scopri di più nella mia